agenzia-garau-centotrentuno
godin-cagliari-roma-sanna

Mercato Cagliari: a che punto è la situazione tra Godin e il Besiktas?

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Eppur si muove. In attesa del rientro in Sardegna per unirsi al gruppo agli ordini di Semplici da martedì 27 luglio, Diego Godín continua a guardare al proprio futuro.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Empatia

La vicenda è ormai arcinota, il Faraone e il Cagliari sono distanti nonostante le parole di reciproca comprensione degli ultimi giorni. Dal presidente Tommaso Giulini che ha definito Godín una vittima della situazione economica della società al difensivo che questa situazione comprende perfettamente tra stadi chiusi e introiti ridotti. Restano però ferme le posizioni di entrambe le parti, il Cagliari che vorrebbe liberarsi dell’ingaggio da oltre 3 milioni a stagione di euro fino a giugno 2023 e Godín che ha più volte espresso la volontà di rispettare il contratto e restare in rossoblù. Il tentativo di arrivare a un accordo per uno stipendio inferiore non ha trovato terreno fertile da parte del Faraone e ora si cerca una soluzione alternativa per chiudere la partita.

Nuova strada

Restare in Europa è il desiderio unico del capitano della nazionale uruguaiana, ovviamente in un campionato competitivo che gli permetta di restare un caposaldo della selezione allenata da Tabarez in vista dei Mondiali del Qatar. Per questo la rinuncia all’opzione Dinamo Mosca e al ritorno in Sud America dove Talleres e River Plate hanno fatto più di un pensiero a Godín. Negli ultimi giorni però una nuova pretendente si è fatta avanti e rispecchia ciò che il giocatore starebbe cercando come alternativa al Cagliari. I campioni di Turchia del Besiktas, infatti, hanno intavolato una trattativa con il centrale difensivo ora in vacanza nella sua Uruguay dopo la Copa America.

Dettagli

Secondo quanto riportato dal media turco Sabah, i bianconeri di Istanbul avrebbero individuato in Godín il rinforzo perfetto per la prossima Champions League. Resta però anche in questo caso il problema economico perché il Faraone non vuole rinunciare ai 3 milioni netti dell’accordo esistente con il Cagliari, mentre il Besiktas non sembrerebbe in grado di mettere sul piatto una cifra così alta. I campioni in carica della Super Lig, dopo aver trovato la quadra con Godín sulla lunghezza del contratto – un anno con opzione sul secondo legata alle presenze – starebbero ora cercando di trovare quella con il club rossoblù. Sempre secondo i colleghi di Sabah, il Besiktas avrebbe offerto al Cagliari di pagare il 50% dell’ingaggio, chiedendo supporto per l’altra metà dei 3 milioni di euro per il calciatore.

Potrebbe dunque essere ai titoli di coda l’esperienza di Godín in Sardegna, anche se resta da capire la posizione di Tommaso Giulini e la sua disponibilità ad aiutare il club turco. Con il prossimo rientro del Faraone in Sardegna potrebbe esserci finalmente il faccia a faccia dopo settimane di stoccate a distanza. A quel punto tra una permanenza con ingaggio ridotto e i saluti in direzione Bosforo si capirà quale delle due opzioni sarà quella finale di una vicenda che, comunque la si guardi, non sembra avere nessun vincitore.

Matteo Zizola

Al bar dello sport

3 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti