agenzia-garau-centotrentuno
Roberto Piccoli | Foto Atalanta.it

Mercato Cagliari: Piccoli è l’obiettivo numero uno per l’attacco

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares
sardares-sidebar

La caccia è aperta, la preda in vista. Con Keita in Coppa d’Africa e la coppia Pavoletti-Joao Pedro unica vera soluzione per la coppia offensiva, il Cagliari deve trovare un nuovo innesto per completare il reparto. Possibilmente di peso, come alternativa al centravanti livornese, ma soprattutto a costo zero e con la possibilità di un premio di valorizzazione.

Scatto Piccoli

Obiettivo numero uno da tempo, fermato da situazioni contingenti e con una concorrenza ampia che sembrerebbe essere stata superata. Roberto Piccoli è il nome scelto dal club rossoblù per dare a Mazzarri più scelte in attacco. Classe 2001, di proprietà dell’Atalanta, nazionale Under 21, il centravanti bergamasco arriverebbe dai nerazzurri in prestito fino a giugno. In cima alla lista delle preferenze, il giocatore è seguito anche dal Genoa e della Sampdoria, ma avrebbe scelto la Sardegna per provare a trovare maggiore spazio. Chiuso da Muriel e Zapata, con l’infortunio di quest’ultimo che ne ha bloccato il trasferimento, Piccoli ha raccolto soltanto dieci presenze in questo campionato, condite dal gol decisivo nella vittoria degli orobici contro il Torino nella prima giornata di Serie A. Mai titolare in maglia nerazzurra, un totale di 96 minuti, il centravanti classe 2001 vanta anche 4 apparizioni con la maglia della nazionale Under 21 di Nicolato senza però nessun gol all’attivo. L’anno passato fu buono il contributo dato alla salvezza dello Spezia, con 5 reti in 20 presenze e due ottime prestazioni proprio contro il Cagliari, la prima con il rigore guadagnato allo scadere nel pareggio della Unipol Domus e la seconda con la rete dell’uno a zero nella vittoria dei liguri al Picco con il punteggio di 2 a 1.

Linea verde

Piccoli sarebbe dunque in pole position per il ruolo di vice Pavoletti, superando così la concorrenza – più suggestione che reale – di Gianluca Lapadula. Continuerebbe così l’asse con l’Atalanta e dopo l’arrivo – in prestito secco – di Matteo Lovato anche il centravanti bergamasco raggiungerebbe la Sardegna con la stessa formula dell’ex compagno in nerazzurro. Un accordo fino a giugno con premio di valorizzazione in favore della società rossoblù, seguendo così la linea del mix tra innesti giovani e giocatori di esperienza in cerca di rilancio. Non ancora chiuso, ma in fase avanzata e per il quale filtra ottimismo, anche se ci sarà verosimilmente ancora da attendere qualche giorno prima che si possa definire l’accordo – anche a causa dei problemi in casa Atalanta alla voce infortuni -, che potrebbe arrivare nella settimana che porterà il Cagliari alla gara della Unipol Domus contro la Fiorentina di domenica 23 gennaio. Movimenti in attacco che comunque potrebbero non fermarsi a Piccoli, ma che vedono anche Sibilli come idea sempre viva, anche se nel caso del giocatore in forza al Pisa la distanza sulla formula resta ampia. La società rossoblù punterebbe infatti al prestito con diritto di riscatto, mentre i toscani vorrebbero almeno l’obbligo di acquisto.

Matteo Zizola

Al bar dello sport

19 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti