Lennart Czyborra

Mercato Cagliari: stretta finale per Czyborra

Sarà con tutta probabilità Lennart Czyborra il prossimo esterno di sinistra del Cagliari di Eusebio Di Francesco; il tedesco ha già fatto visita ad Asseminello per parlare col tecnico e col DS Pierluigi Carta e, secondo quanto raccolto da Gianluca di Marzio, l’affare è in dirittura d’arrivo.

Come abbiamo raccolto nelle scorse ore, la formula del trasferimento sarà quella del prestito biennale con obbligo di riscatto per un totale vicino ai 5 milioni di euro, una somma leggermente superiore dunque a quanto pagato dall’Atalanta lo scorso gennaio, quando gli stessi rossoblù erano sulle tracce del giocatore. Czyborra è infatti un vecchio pallino della società rossoblù, osservato già lo scorso novembre da Andrea Cossu nella gara di Eredivisie tra Heracles e Ado Den Haag nella quale il tedesco uscì dopo 32 minuti, la stessa partita in cui brillò la stella di Cyril Dessers, altro obiettivo del Cagliari poi acquistato dai belgi del Genk a inizio luglio.

Czyborra non ha ancora avuto modo di dimostrare il proprio valore in Serie A, solo 16 minuti per lui in nerazzurro nella vittoria per 6 a 2 contro il Brescia il 14 luglio, ma nonostante ciò rappresenterebbe un investimento importante che peraltro non inciderebbe nella famosa lista da 25 essendo un classe ’99, oltre a essere un giocatore che ha fatto molto bene nell’esperienza in Olanda – 19 presenze condite da 2 gol e 3 assist nell’ultima Eredivisie – e nel giro delle nazionali giovanili tedesche con cui ha fatto tutta la trafila dall’Under 18 fino all’Under 20. Czyborra sarà il primo tedesco a vestire la maglia del Cagliari, ma chissà che non possa essere subito seguito da altri due nomi: Ismail Jakobs è infatti più di un’idea, ma i rossoblù coltivano anche la suggestione e il sogno Mario Götze. 

AL BAR DELLO SPORT

guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Mieivisi
Mieivisi
19/08/2020 15:36

Diciamo che paghiamo il rodaggio nel campionato italiano

Bonzo
Bonzo
19/08/2020 15:27

Non mi piace la cifra spesa, l’Atalanta la prende a 4 milioni, gioca praticamente zero e dopo sei mesi di inattività il costo del suo cartellino sarebbe anche cresciuto?