agenzia-garau-centotrentuno

Mondiale Motocross, si avvicina la tappa di Riola Sardo

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares
signorino
sardares

Il Campionato Mondiale FIM Motocross sarà nuovamente ospite del sabbioso circuito di Riola Sardo per disputare il terzo round della stagione iniziata il 10 marzo in Patagonia, spostandosi poi in Spagna il 24 marzo e nel territorio oristanese il 6 e 7 aprile prossimo dove sarà accolto dal Moto Club Motor School Riola per la quarta edizione consecutiva dell’MXGP della Sardegna.

L’isola della Sardegna è un sito importante per il motocross poiché diventa un centro di allenamento durante la preparazione invernale per molti piloti e squadre.
Il circuito Le Dune di Riola Sardo, metterà in scena la seconda tappa europea della MXGP nel 2024, sul bel circuito molto noto tra i piloti e tutto il paddock, poiché teatro di gare regionali, nazionali e internazionali.

Nel fine settimana del 7 aprile, oltre al mondiale della classe regina MXGP, scenderanno in pista per disputare la loro seconda prova stagionale anche le classi mondiali MX2 e WMX femminile oltre all’europeo EMX125 che debutterà proprio a Le Dune.

Il Campionato Mondiale FIM Motocross si appresta a fare ritorno sull’affascinante e sfidante circuito sabbioso di Riola Sardo, in Sardegna, per il terzo round di una stagione già ricca di emozioni. Dopo l’avvincente apertura in Patagonia il 10 marzo e il susseguente spettacolo in Spagna il 24 marzo, l’azione si trasferisce nel cuore della Sardegna il 6 e 7 aprile, accolti calorosamente dal Moto Club Motor School Riola. Questo evento segna la quarta edizione consecutiva dell’MXGP della Sardegna, consolidando ulteriormente il legame tra l’isola e il mondo del motocross.

 

La Sardegna, con la sua bellezza naturale mozzafiato e le sue piste di alto livello, si conferma un epicentro vitale per il motocross, fungendo da terreno di allenamento privilegiato per numerosi piloti e team durante i mesi invernali. Il circuito Le Dune di Riola Sardo, in particolare, si distingue per il suo carattere impegnativo e per l’atmosfera unica che riesce a creare, diventando palcoscenico ideale per competizioni di risonanza regionale, nazionale e internazionale.

 

L’edizione 2024 della MXGP in Sardegna si preannuncia più elettrizzante che mai. Oltre alla competizione principale della classe MXGP, il fine settimana del 7 aprile vedrà anche gli atleti delle classi mondiali MX2 e WMX femminile lottare per la supremazia nella loro seconda prova stagionale. A questi si aggiunge l’atteso debutto stagionale dell’europeo EMX125, che promette di offrire uno spettacolo avvincente e di elevare ulteriormente il livello dell’evento.

 

Con il suo mix di competizioni ad alto livello, paesaggi incantevoli e una comunità accogliente, l’MXGP della Sardegna si candida a essere un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati di motocross, promettendo gare spettacolari e momenti indimenticabili sulle sabbie di Riola Sardo. Preparatevi a vivere un fine settimana di pura adrenalina e passione sportiva in una delle località più affascinanti del circuito mondiale.

Il campionato dopo il primo round di Patagonia-Argentina
Il sipario si è alzato sulla stagione 2024 del Campionato mondiale FIM Motocross nel weekend del 9 e 10 marzo con un’apertura spettacolare al Patagonia Race Track, dove il fascino selvaggio di questo territorio argentino ha fatto da sfondo a un weekend di gare emozionanti e ad alta tensione. Nelle qualifiche del sabato, il giovane prodigio belga della MX2 Lucas Coenen a bordo della sua Husqvarna e il veterano della MXGP Tim Gajser con la Honda HRC hanno subito mostrato le intenzioni agli avversari con le migliori prestazioni nelle rispettive classi, conquistando già dalla vigilia punti preziosi per la graduatoria. Mentre Coenen e Gajser iniziavano la domenica decisiva con il vantaggio di dieci punti a testa, i loro inseguitori, Kay De Wolf (Husqvarna) e Romain Febvre (Kawasaki), rispettivamente in MX2 e MXGP, si sono lanciati all’inseguimento con nove punti a testa, inaugurando una stagione che promette sfide all’ultimo respiro. Non da meno, i campioni del mondo in carica Jorge Prado (MXGP) e Andrea Adamo (MX2) hanno mostrato la loro classe piazzandosi rispettivamente quarto e terzo nelle gare di qualificazione, preannunciando una lotta senza quartiere per la difesa dei loro titoli.
La classifica dopo il primo round vede Jorge Prado (GasGas) in testa nella MXGP con 54 punti, grazie a una vittoria e un secondo posto, seguito da un tenace Romain Febvre (Kawasaki) con 51 punti frutto di un secondo e terzo posto di manche, a pari merito con Tim Gajser (Honda) quinto e primo nelle finali, dimostrando un equilibrio di forze che lascia presagire un campionato incerto e avvincente. Ivo Monticelli (Beta) è il migliore degli italiani con il 13° posto.
In MX2, Kay de Wolf (Husqvarna) guida la classifica con 56 punti frutto di un secondo e una vittoria, seguito da Simon Laengenfelder (GasGas) con 50 punti grazie a una vittoria e un quarto posto, e Thibault Benistant (Yamaha) terzo e settimo nelle due finali. Quinto in graduatoria di campionato l’ufficiale Ktm Andrea Adamo terminato ottavo e quinto nelle manche, confermando il livello estremamente competitivo e l’alta qualità dei contendenti. Questo avvio di stagione ha già infiammato gli animi degli appassionati, con sorprese, conferme e colpi di scena che hanno reso le gare non solo uno spettacolo sportivo di primo livello ma anche un racconto appassionante di sfide personali, strategie e abilità tecniche. Con il campionato che ora si sposta verso le prossime emozionanti tappe in Europa, una cosa è certa: la battaglia per il titolo mondiale 2024 sarà una delle più avvincenti degli ultimi anni.

Ad arricchire il già sostanzioso programma al Circuito Internazionale Le Dune, ci sarà la seconda tappa del mondiale femminile WMX ed i giovani riders del campionato europeo EMX125 al debutto stagionale.

La Redazione | Fonte Comunicato Stampa

TAG:  Motorsport
 
Notifiche
Avvisami se ci sono
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti