agenzia-garau-centotrentuno
motocross-ledune

Motocross | Presentata la tappa MXGP di Riola Sardo, gli organizzatori: “Un sogno che si avvera”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Presso la sala stampa del crossodromo di Le Dune a Riola Sardo si è tenuta la conferenza di presentazione della tappa mondiale MXGP: le prime gare già da sabato 18 settembre con il campionato europeo, poi la domenica è dedicata alle gare del mondiale.

Le gare
Il 19 settembre tutti gli occhi degli appassionati saranno puntati sui protagonisti di questa stagione con lo sloveno Tim Gajser (Honda) che ha capeggiato buona parte della stagione nella classe regina MXGP dove è ancora leader dopo l’ultima affermazione in Turchia, con avversari vigorosi come lo spagnolo Jorge Prado (Ktm) che ha finito secondo l’ultimo MXGP, e poi ancora il transalpino Romain Febvre (Kawasaki) che domenica ha sfiorato il podio, ma anche l’attesissimo pilota italiano Antonio Cairoli (Ktm) quarto in graduatoria e sempre in lotta con i primi della classe, o l’olandese Jeffrey Herlings (Ktm) che domenica a Afyonkarahisar ha vinto il GP della Turchia con un primo e un secondo di manche, per citarne solo alcuni. Per la leggenda italiana della specialità sarà l’ultima stagione nel mondiale, prima del suo ritiro dalle competizioni.  In classe MX2 la lotta è ancora franco-italiana, con i transalpini Tom Vialle (Ktm) e Maxime Renaux (Yamaha) rispettivamente vincitore dell’ultima prova turca e leader del campionato, che dovranno vedersela con il determinato Mattia Guadagnini (Ktm) già vincitore di due GP al suo primo anno nel mondiale MX2 e che proprio a Riola avrà il vantaggio del pubblico di casa a sostenerlo. Tra i protagonisti in Sardegna anche il belga Jago Geerts (Yamaha) e l’austriaco Jed Beaton (Husqvarna).

Le parole
A inaugurare la conferenza stampa è stato l’Assessore Regionale al Turismo Gianni Chessa: “In questa conferenza diciamo al mondo che grazie a una delle più belle piste di tutto il panorama che la Sardegna è l’isola dello sport, un progetto che ho sempre chiaro ovvero sfruttare lo sport come calamita per il turismo. Siamo pronti ad ospitare un altro evento a livello mondiale come questo. Sono tanti gli appassionati al motocross: nonostante la pandemia la Sardegna si è dimostrata viva dal punto di vista sportivo. Il nostro è un investimento che garantisce indotti per il territorio e per la pubblicità che mette in evidenza la Sardegna. Siamo pronti a investire anche per il prossimo anno”.

Così David Luongo, direttore Generale di Infront Moto Racing, azienda promotrice del mondiale Motocross: “La pista di Riola è tra le più belle al mondo, molti piloti vengono qua ad allenarsi ed è stato naturale fare una tappa qua del mondiale. Gli organizzatori hanno fatto un lavoro grandioso, sarà stupendo e penso che sarà speciale anche per Antonio Cairoli alla sua ultima stagione. Speriamo di rimanere qua per molti anni”. Per la FIM ha parlato, Antonio Alia Portela , Direttore Commissione Motocross della Federazione Internazionale, che ha sottolineato anche l’importanza dello spazio dedicato alla classe minori 85cc e 65cc, “cantera” per i più giovani: “Questo è un posto paradisiaco, un punto di riferimento per tutto il movimento: per i più giovani e per noi della FIM è molto importante essere qui, su una pista molto probante”.

Infine , a fare gli onori di casa,  il Presidente del Motoclub ‘Le Dune’ Fulvio Maiorca: “Sono emozionato, per me e per il mio team avere il mondiale qua è un sogno che si avvera. Abbiamo fatto tanti sacrifici, abbiamo alcune cose da migliorare e noi seguiremo le indicazioni di Infront per farlo. Il mondiale motocross è una cosa seria, c’è la stessa professionalità di MotoGP e Superbike: voglio ringraziare tutto il team del Motoclub. Il nostro sogno si è avverato”.

La Redazione

TAG:  Motorsport
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti