agenzia-garau-centotrentuno
Francesco Loi, tecnico del Muravera | Foto Centotrentuno

Muravera, Loi: “Gara combattuta e vinta con esperienza e fortuna”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Vittoria allo scadere e in rimonta per il Muravera di Francesco Loi contro la matricola Atletico Uri: a fine gara il mister ha commentato così i vari temi ai nostri microfoni.

La partita
“Partita difficile, ce lo aspettavamo. Sapevamo che per noi sarebbe stata la più difficile da affrontare, perché eravamo contro una squadra carica di entusiasmo. Era per la prima volta in questo campionato, ma con una grande organizzazione e una società importante alle spalle con un buon allenatore e un gruppo consolidato. Sapevano cosa fare in campo, non meritavamo di perdere e il pareggio per le occasioni reali sarebbe stato il risultato più giusto. Però la Serie D è anche questo: le partite sono sporche, le vinci con gli episodi che cambiano l’inerzia della gara. Probabilmente ha prevalso un po’ più di esperienza e un pizzico di fortuna da parte nostra. Faccio i complimenti agli avversari e ai nostri ragazzi: sono tre punti pesanti, che ci serviranno”.

Condizione ancora lontana
“Non era possibile avere una squadra in salute. Cadau ha fatto pochi allenamenti, Nurchi non si allenava da una settimana e Saba aveva tre allenamenti sulle gambe. Sapevamo di dover soffrire, ho puntato sull’esperienza di questi ragazzi e tre sono partiti dalla panchina. La D è questa: quando hai giocatori di questo livello che ti possono fare la differenza bastano anche dieci minuti. Abbiamo rischiato ma ci sta, contro un avversario che secondo me farà un bel campionato. L’ho detto prima della partita, non per retorica ma perché lo penso”.

Questione stadio
“Il nostro campo è vergognoso, lo sanno tutti. Oltre a essere vergognoso ci alleniamo la sera al buio, perché l’illuminazione è ormai obsoleta. Forse tutte queste difficoltà ci rafforzeranno: a questi livelli di calcio bisogna anche che l’ambiente si meriti la categoria. Io penso che, in questo momento, a molti della categoria interessi relativamente: secondo me ha poco senso continuare a parlarne. Si farà quello che si può fare, senza accettare critiche perché nessuno le ha”.

La Redazione

TAG:  Serie D
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti