agenzia-garau-centotrentuno
Francesco Loi, tecnico del Muravera | Foto Centotrentuno

Muravera, Loi: “Vittoria meritata, c’è chi crede nel progetto e in campo si vede”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Vittoria rotonda e convincente per il Muravera che nonostante l’assenza di bomber Nurchi rifila tre gol al Gladiator e tocca quota 20 punti in classifica. Nonostante l’ennesimo infortunio, con Rossi costretto ad uscire dopo appena otto minuti di gioco, mister Loi è soddisfatto della gara giocata dai suoi. Queste le sue parole:

Sono soddisfatto della vittoria perché oggi mancava Nurchi, che è un giocatore che ci stava dando tanto, mancava Vignati, Rossi è dovuto uscire subito, Mancosu rientrava da un mese e mezzo fuori: non era facile ma è stata una vittoria meritata e che ci serve per recuperare i disastri fatti a novembre. Ben vengano i punti pesanti fuori casa perché ci aiutano a tirare fuori la testa dagli ultimi posti”.

Su maturazione e prossimo match:

Il problema principale è la difficoltà a dare continuità alle formazioni ma stiamo crescendo. Abbiamo aggiustato qualcosina, perché eravamo consapevoli che qualcosa non andasse bene. Chi ha scelto di continuare a credere in questo progetto ci sta mettendo qualcosina in più e i risultati in campo si vedono. Abbiamo trovato identità, un po’ di cattiveria che ci mancava, intensità nella partita e abbiamo fatto maturare molto i giovani che stanno rispondendo bene. Contro l’Afragolese mercoledì sarà una partita difficilissima, la loro è una squadra costruita per l’alta classifica, sostanzialmente la Turris di due anni fa con un attacco stellare e quindi non sarà semplice. È meglio però arrivare a una sfida del genere da due vittorie consecutive rispetto ad arrivarci come venti giorni fa, quando avevamo avuto quattro sconfitte di fila. Ora andremo con più consapevolezza e ce la potremo giocare almeno con più convinzione”.

Mercato e infermeria:

Noi abbiamo fatto un mercato cinico: tre uscite e l’ingresso di Demontis. Un mercato mirato su quello che ci serviva. Quest’anno abbiamo fatto una scelta: la scorsa stagione avevamo 16 over, in questa 12 e purtroppo la realtà è che ne abbiamo sempre 6 o 7. Non abbiamo mai avuto l’opportunità di averli tutti a disposizione ma penso sia un problema che tutte le squadre più o meno hanno. Noi abbiamo l’handicap del campo che ci crea grossi problemi a livello muscolare ma non possiamo farla diventare una scusante. L’infermeria purtroppo non si svuoterà del tutto entro mercoledì: mancheranno Nurchi e Rossi, che si è stirato il collaterale, speriamo di recuperare Vignati e poi cerchiamo di mettere in condizione i giocatori che sono rimasti un mese fermi. La cosa non succede in due giorni e gradualmente cercheremo di rimettere dentro Mancosu. Oggi abbiamo riavuto Arvia e Cadau dopo le rispettive squalifiche, abbiamo recuperato Moi che ha avuto un problema al ginocchio in settimana ma la differenza la deve fare il gruppo. Questa è la mentalità su cui stavamo lavorando e che sta cominciando a dare i suoi primi frutti”.

La Redazione

TAG:  Serie D
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti