Nainggolan: “Sognare non fa male”

Radja Nainggolan ha commentato così nell’immediato dopo partita ai microfoni di Sky Sport.

“Avevamo voglia di portare a casa il risultato, la gente magari pensava fosse finita dopo un gol stupido sull’1-3, ma noi ci abbiamo creduto: abbiamo avuto voglia di fare bene, devo fare i complimenti a Cerri che non ha mai smesso di crederci e alla fine ha segnato in gol decisivo. Dopo 11 risultati utili, abbiamo lasciato un risultato a Lecce con due gol di vantaggio non come devono fare le grandi squadre. Una sconfitta con la Sampdoria nessuno l’avrebbe buttata giù, quindi ci abbiamo creduto fino alla fine. Abbiamo fatto un grande secondo tempo. Il premio? Non ha importanza, devo dire grazie ai miei compagni. C’è tanta voglia di fare. I tifosi ci danno una grande spinta, 28 punti non è da Cagliari ma sognare non fa male ma rimaniamo con i piedi per terra. Finché non sbagliamo, proviamo a stare lì”.

“Mi sento bene fisicamente ho fatto una preparazione importante con lo staff di Conte: un po’ lo ringrazio poi loro hanno fatto una scelta. Sono contento di essere qua, stiamo facendo una bella stagione e fare un po’ la storia qua a Cagliari non penso sia una cosa brutta, ci stiamo togliendo soddisfazioni. L’Inter? Si è aperto un altro capitolo della mia carriera, sono un po’ rammaricato per come è finita ma questo è il calcio. Sto cercando di fare il mio meglio qua, ma siamo solo all’inizio. Noi fra le prime 4? Sono abbastanza realista, stiamo facendo un buon calcio, ho portato la mia esperienza a una squadra dalle qualità importanti. Arrivare tra le prime 4 sarà difficile, ma le prime spendono tanto per raggiungere il risultato. Giulini però qua ha fatto grandi investimenti, i risultati si vedono”.

“Non mi prendo i meriti, ho sbloccato la partita e ridato fiducia ma tutti abbiamo dimostrato il nostro carattere. La fortuna aiuta gli audaci? No la fortuna la conquisti. Perdere dopo undici partite in casa contro la Sampdoria sarebbe stata una delusione e non ci stavamo sinceramente. Qui c’è una squadra che vuole fare bene e che ha tanta qualità e con il mix giusto. Cerri? Non è facile essere fischiato dal tuo pubblico, sono contento per lui perché dà sempre il massimo anche il allenamento e oggi lo ha dimostrato. Non mi aspettavo di vincerla oggi sincero, pensavo di pareggiare. Io sto cercando di portare esperienza a questi ragazzi che si stanno divertendo. Questa è una posizione per noi non usuale ma finché stiamo lì sognamo”.

dagli inviati alla Sardegna Arena, Roberto Pinna e Francesco Aresu

Sponsorizzati