“Nandez-Cagliari? Offerta ridicola, ma…”

Daniel Angelici, patron del Boca Juniors: “Abbiamo rifiutato l’offerta del Cagliari, la formula di pagamento era inaccettabile”.

Nahitan Nandez a Cagliari? Non è ancora il momento, a quanto pare, almeno finché non verrà pagata la cifra prevista dalla clausola di rescissione, circa 22 milioni di euro. Mentre da più parti si parla sempre più insistentemente del possibile trasferimento di Nicolò Barella (Chelsea, Inter e Napoli forti sul centrocampista rossoblù), dall’Argentina rimbalza la notizia che il Boca Juniors, club di Buenos Aires vicecampione dell’ultima Copa Libertadores avrebbe rifiutato un’offerta giunta dalla Sardegna per il centrocampista uruguaiano, inseguito anche da Inter e Atletico Madrid, perché non conforme al pagamento “in toto” della clausola rescissoria.

“L’offerta, per l’importo della clausola, è stata accettata. Ho parlato con il giocatore e vuole andare in Italia. Tuttavia, ciò che Boca non accetta è il metodo di pagamento, ridicolo e inaccettabile, ma ci stiamo lavorando. Dipenderà dal club italiano fare uno sforzo, perché la cifra che ci hanno proposto non è sufficiente pagare le tasse ed è la prima cosa che deve essere pagata. Per quanto il valore della clausola sia alto, per il Boca questa proposta è inaccettabile”, ha detto Daniel Angelici, presidente del club xeneixe a Radio La Red, come dimostra il tweet della radio argentina.

“Vogliamo mantenere tutti, portare due o tre rinforzi e combattere di nuovo per conquistare la Libertadores. Ho detto a Pablo (Bentancur, rappresentante di Nández) che questo tipo di dichiarazioni non aiutano, per quanto debba difendere gli interessi del suo cliente. Nandez ha conquistato i fan dei Boca. La nostra intenzione è che lui rimanga, ma se arriva una proposta per la clausola e vuole andare, accettiamo la decisione del giocatore”. Quale sarà la prossima mossa di Giulini?