Max Canzi

Olbia, Canzi: “Consapevoli dei nostri errori, non li ripeteremo”

C’è poco tempo per pensare e rimuginare dopo la sconfitta del “Moccagatta”. E questo è un bene per il tecnico dei bianchi, Max Canzi, molto lucido dell’analizzare la sfida e i quattro gol subiti domenica.

Abbiamo concesso troppo e fatto gravi errori di reparto, non cercherei il capro espiatorio in un solo giocatore. Ci sono meccanismi da oliare e contro squadre come l’Alessandria quando sbagli paghi, soprattutto con la fase difensiva, ci sono stati errori di distanziamento tra i giocatori. Abbiamo lasciato un uomo davanti alla porta per tre volte, questo non deve succedere più e sono certo che non succederà. Per questo tendo una mano verso il mio portiere, che non ritengo l’unico responsabile dei gol”.  Qualche timore che restino strascichi di domenica?  “Temo più l’avversario, sinceramente. Noi siamo consapevoli degli errori commessi e non li ripeteremo. Sono passate solo due partite, tirerei le somme tra qualche partita. Chi vince esulta chi perde spiega e io adesso sto spiegando, come è giusto che sia. Però non mi vedrete mai esagerare nell’esultanza dopo una vittoria né disperarmi dopo una sconfitta. Dopo la coerenza per un allenatore è fondamentale l’equilibrio”.

Domani arriva la Pro Patria, una squadra che il tecnico presenta molto simile al Pontedera. “Hanno grande intensità e centrocampisti che si inseriscono, giocatori d‘esperienza e di livello. Sono molto organizzati, ultimamente con qualche assenza importante”. Domani l’Olbia recupera una pedina fondamentale a centrocampo, Manuel Giandonato, lecito aspettarsi un’Olbia ancora diversa. “Cambieremo in normale ottica turnover. Tre partite in otto giorni non sono facili per nessuno, avere tutti a disposizione sarà fondamentale per far recuperare qualcuno”.

Roberta Marongiu 

TAG:  Serie C
 

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti