agenzia-garau-centotrentuno

Ogunseye non basta, Olbia-Siena 1-2

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Olbia sconfitta in casa dal Siena nel recupero della prima giornata.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Dopo 3 risultati utili consecutivi l’Olbia di Brevi è alla ricerca della prima vittoria della sua “reggenza”. La gara del Nespoli – valida come recupero della 20ª giornata non disputata a causa dello sciopero della squadre del terzo campionato – è partita subito a ritmi molto alti con il Siena (quest’oggi in maglia celeste) più spregiudicato, mentre l’Olbia ha provato ad aspettare l’avversario.

Come molto spesso è accaduto in questa stagione, i bianchi sono passati in svantaggio nei minuti iniziali, nello specifico all’8’ a seguito di una punizione calciata benissimo da D’Auria (il migliore dei suoi): la palla ha dapprima colpito la traversa per poi rimbalzare sulla linea dando il tempo a Guidone di colpire di testa. È 0-1 al Nespoli e l’Olbia deve inseguire, ancora. Ma servono 6’ ai bianchi per ristabilire la parità: Ogunseye – servito in maniera perfetta da La Rosa posizionato quasi al vertice destro dell’area, mette dentro un passaggio di esterno destro – in volo segna di testa il gol dell’1-1.
L’Olbia prende fiducia e inizia a ordire trame interessanti grazie all’alchimia tra i due vertici d’attacco, Parigi e Ogunseye. Proprio loro (16’ e 19’) arrivano alla conclusione, la prima parata da Confente; la seconda, di Parigi dopo una bella sponda del compagno termina fuori, non agevolato dalla caduta mentre tentava il tiro. Al 23’ è ancora Ogunseye protagonista arpionando una palla spazzata da La Rosa, prova ad accentrarsi ma il suo tiro non è irresistibile e Confente recupera agilmente.  Torna a farsi vedere in area bianca il Siena con un tiro di Arrigoni (25’) che rimbalza davanti ad Aresti, molto attento a bloccarlo e con D’Auria (27’) che tenta la conclusione per vie centrali, Guidone non arriva per un soffio e la palla finisce dritta tra le braccia di Aresti. Al 28’ una grande occasione fa disperare il “Nespoli”: Biancu lancia lungo per Ogunseye, controllato da due avversari, esce malamente l’estremo difensore che non trattiene e serve Parigi liberissimo a rimorchio. Il suo tiro termina di pochissimo a lato del palo sprecando così un’occasione ghiottissima. I minuti scorrono, l’Olbia si fa trovare pronta e reattiva alle sortite offensive senesi chiudendo bene gli spazi.  Ogunseye ci prova ancora con un sinistro che termina fuori dopo una interessante ripartenza dei suoi.  Il primo tempo si conclude con la punizione degli uomini di Dal Canto e la palla sparata altissima da D’Auria negli sviluppi del piazzato.

Dopo l’intervallo il Siena scende determinata in campo, la prima occasione arriva al 47’, con la conclusione di Campagnacci.  Al 56’ il primo vero brivido lo causa Da Silva, che non segna quasi sulla linea della porta servito dalla sinistra per un nonnulla.  Rispondono i bianchi con Lella, servito da Biancu, ma Confente è attento. Ma al 62’ il Siena mette fine alle speranze olbiesi di vittoria con la doppietta di Guidone. L’azione è pregevole: Arrigoni cambia gioco sul versante sinistro con un passaggio telecomandato per D’Auria, il passaggio in mezzo per Guidone è un invito al gol e da rapace d’area il numero 27 non si fa pregare e mette dentro tra due avversari. Una doccia gelata per l’Olbia che ha il merito di non smettere di crederci, grazie anche a mister Brevi che fa cambi offensivi provando il tutto per tutto.  È il Siena che prova ad affondare il colpo con il destro dalla distanza di Arrigoni che termina fuori. Dopo un po’ di proteste olbiesi per una presunta trattenuta ai danni di Ogunseye in area, arriva la grande occasione (70’) per il pari con una punizione affidata a La Rosa. Palla posizionata dentro la mezzaluna e la barriera che spizza la palla fuori di pochissimo.  Da qui in poi sarà assedio bianco. Ci prova Parigi all’80’ con una rovesciata dopo una serie di respinte in area. Stop di petto, girata ma palla che non vuole entrare. Un minuto dopo è Cocco che non riesce a segnare sulla linea di porta servito da Mastino dopo una bella azione sulla fascia destra. Tocca a La Rosa all’86’, dopo l’ennesimo scambio Parigi-Ogunseye, l’errore sotto porta. All’89’ l’azione più pericolosa dei bianchi nella ripresa: ottima azione di La Rosa in disimpegno, si invola per vie centrali, passa a Verde che serve benissimo Ogunseye appostato sul secondo palo. Il suo colpo di testa è piazzato benissimo ma Confente allungandosi mette fuori una palla difficilissima salvando il risultato per i suoi. Una delle migliori partite stagionali per i bianchi porta in dote una amara e immeritata sconfitta dopo 3 risultati utili consecutivi, mentre significa vittoria per i bianconeri dopo 3 giornate in cui non trovavano la vittoria.  La situazione, per i bianchi, resta ancora complicata nelle zone paludose della classifica.

Roberta Marongiu

TABELLINO
Olbia-Robur Siena 1-2 (1-1) | Recupero 20ª giornata, Stadio Bruno Nespoli di Olbia

OLBIA: Aresti, Pisano (86’ Verde), Gozzi, La Rosa, Demarcus (65’ Mastino), Lella, Giandonato, Biancu (75’ Cocco), Pitzalis (75’ Zugaro), Parigi, Ogunseye. A disp.: Crosta, Van der Want, Dalla Bernardina, Altare, Belloni. All.: Oscar Brevi.
ROBUR SIENA: Confente, Ooukhadda (46’ Lombardo), D’Ambrosio, Baroni (41’ Buschiazzo), Panizzi, Da Silva (61’ Icardi), Arrigoni, Vassallo (82’ Migliorelli), Campagnacci (82’ Serrotti), Guidone, D’Auria. A disp.: Ferrari, Marcocci, Ortolini, Cesarini, Romagnoli, Gerli, Andreoli. All.: Alessandro Dal Canto.

ARBITRO: Daniele Perezoni di Rovereto coadiuvato dagli assistenti Fabio Mattia Festa di Avellino e da Rosario Caso di Nocera Inferiore.
MARCATORI: 9’ Guidone, 14’ Ogunseye
AMMONITI: 51’ Vassallo, 67’ Ogunseye, e Panizzi, 73’ D’Auria, 77’ Arrigoni, 84’ Brevi, 93’ Icardi
NOTE: Recupero 1’ pt, 4’ st.

TAG:  Serie C
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti