Stefano Oppo con Luca Ceppitelli

Allenamento in autoisolamento per Oppo a Sabaudia

È ufficiale: a causa dell’Emergenza Coronavirus, che sta dilagando ormai in tutta Italia e nel resto del mondo, la FISA – in accordo con il CONI e la Federazione Italiana Canottaggio – ha ufficialmente sospeso le competizioni remiere nazionali e internazionali da lunedì 9 marzo 2020 fino a data da destinarsi.

Sono dunque stati annullati il 1° Meeting Nazionale, che doveva disputarsi il 21 e 22 marzo 2020, la tappa di Coppa del Mondo in programma a Sabaudia la domenica di Pasqua e quella prevista a Varese nel mese di maggio; annullato anche il Memorial Paolo D’Aloja. Per il momento il Comitato Olimpico ha confermato invece le Olimpiadi di Tokyo 2020, in programma dal 24 al 31 luglio 2020. La momentanea sospensione delle gare, nazionali e internazionali, non rappresenta tuttavia uno stop alla preparazione olimpica del campione oristanese Stefano Oppo, che ad oggi si trova a Sabaudia in raduno con la Nazionale. Gli atleti continueranno ad allenarsi nelle strutture della Federazione e attualmente sono in isolamento, rispettando quindi le norme stabilite dal Decreto del Governo. Nella riunione tenutasi ieri, martedì 10 marzo 2020, il Direttore Tecnico Franco Cattaneo, ha voluto rassicurare tutti i suoi atleti sulla situazione attuale, invitando tutti a rispettare il periodo di autoquarantena e a limitare al massimo i rapporti interpersonali. Nel frattempo verrà ripensato l’intero calendario di preparazione per consentire a tutti gli atleti di prepararsi adeguatamente ai rimanenti appuntamenti.

“Ci troviamo a vivere una situazione difficile per tutti; dal punto di vista sportivo, l’unica certezza per ora rimangono le Olimpiadi, che ad oggi sono state confermate al 24 luglio- il commento dell’atleta oristanese-. Noi comunque continuiamo e continueremo a lavorare, ovviamente nel pieno rispetto delle precauzioni e seguendo le direttive imposte dal Ministero. Dato l’annullamento di tutte le regate nazionali e internazionali fino a maggio 2020, non avremo
modo di verificare sul campo la nostra preparazione e saremo costretti ad apportare qualche ovvia modifica; il Direttore Tecnico è già al lavoro in questi giorni per elaborare un nuovo piano operativo e pensare a nuove soluzioni per consentirci di lavorare al meglio e affrontare i carichi di lavoro serenamente, nonostante le precauzioni e l’auto isolamento che cerchiamo tutti di rispettare”. 

Riguardo alla difficile situazione sanitaria e socio-economica che l’Italia e tutto il mondo attualmente sta vivendo, il canottiere Stefano Oppo non può che rivolgere il proprio pensiero alla sua amata Sardegna; per questo motivo da Sabaudia tiene a mandare un messaggio a tutti i suoi conterranei, nonché grandi sostenitori: “In questo momento di grande emergenza, bisogna cercare di mantenere la calma e rispettare le norme che il Ministero della Salute ci impone. Tutto questo è fatto per preservare la nostra salute e limitare il più possibile la diffusione di questo virus. Vi invito quindi a rimanere nelle vostre case e non uscire se non per motivi strettamente necessari. È un grande sacrificio per tutti, ma se rispetteremo queste semplici regole tutto andrà per il meglio. La situazione è molto seria; in Italia ci sono molte persone ricoverate e il mio pensiero va a loro e alle loro famiglie; un immenso grazie a medici, infermieri e operatori sanitari che sono sempre in prima linea e stanno affrontando turni estenuanti per la nostra salute”. 

avatar
500

Sponsorizzati