Orgoglio Dinamo, anche Varese è domata

Prosegue la striscia vincente della Dinamo Sassari in campionato.

I biancoblu vincono 93-87 contro la Openjobmetis Varese mantenendo il secondo posto in classifica: una vittoria sudata e d’orgoglio per un Banco di Sardegna con rotazioni cortissime, dopo l’abbandono di McLean e un piccolo problema muscolare occorso nell’ultima rifinitura a Dwayne Evans. Lo staff medico ha deciso di non rischiarlo e il risultato finale lo premia ugualmente.

La cronaca: Pozzecco modifica inevitabilmente le proprie rotazioni e sceglie Sorokas in quintetto con Evans precauzionalmente in panchina; avvio favorevole agli ospiti che trovano punti pesanti da Clark, mentre nel Banco di Sardegna i protagonisti sono Bilan e il lituano in maglia numero 9. I lombardi tirano con alte percentuali, Sassari non sta a guardare e sorpassa sul 23-20 con la terza tripla della gara di Sorokas su tre tentativi. Varese non accusa il colpo, Peak trova il nuovo pareggio a quota 25, ma il gioco da tre punti di Pierre chiude il primo quarto sul 28-25. Nel secondo quarto la Dinamo tenta l’allungo con le triple di Pierre e Jerrells, Varese precipita sul -9 e Caja è obbligato al timeout; il canadese si esalta, passaggio no look sopra la testa per Magro che sblocca il suo score personale. L’Openjobmetis non molla il colpo, Vene va per la tripla frontale del -5 e Pozzecco chiama il minuto di sospensione. L’inerzia non cambia Varese risale a -1, ma la Dinamo sfrutta nuovamente Bilan e strappa nuovamente riportandosi a due possessi pieni di vantaggio con la schiacciata del croato.

Al rientro dagli spogliatoi il Banco prova a scappare, Vitali e Spissu bombardano da oltre l’arco e regalano il +14; la Dinamo inizia però a sporcare le proprie percentuali, Varese si riprende e con Tambone arriva il -7 dall’angolo. Jakovics e Tambone proseguono a tirare su altissime percentuali, i biancoblu non tremano e la coppia Vitali-Jerrells rintuzza il ritorno dei lombardi e il tabellone a fine terzo quarto dice 75-70. Gli ultimi 10′ si aprono con due schiacciate di Simmons per il parziale di 4-0 che costringe Pozzecco al timeout: l’intensità difensiva sassarese cresce, i soliti trascinatori Pierre e Bilan rispondono al parziale, ma ancora Clark e Tambone dai 6,75 firmano il sorpasso (79-80). La squadra di Caja esaurisce presto il bonus e la lunetta diventa amica dei padroni di casa che mantengono la gara in equilibrio. Nel finale entrambe le squadre hanno le energie al lumicino, Spissu e Gentile segnano dalla lunetta, mentre Varese sbaglia con Tambone e Jakovics e il punteggio è di +4 Dinamo a 30″ dalla sirena. Simmons concretizza un alley oop spettacolare, ma nel possesso successivo Vene esagera nel fermare il cronometro e commette un antisportivo più tecnico. Pierre fa 3/3 dalla linea della carità e chiude di fatto i conti.

Matteo Porcu

Dinamo Banco di Sardegna Sassari-Pallacanestro Varese 93-87 (28-25, 22-18, 25-27,

Sassari: Bilan 18, Evans, Pierre 22, Vitali 14, Spissu 8, Jerrells 6, Gentile 10, Magro 2, Sorokas 13, Devecchi, Bucarelli, Re.

Varese: Jacovics 10, Mayo 5, Clark 19, Vene 6, Peak, Simmons 13, Ferrero 6, Natali, Cervi, Tambone 22, De Vita, Gandini.

avatar
500