agenzia-garau-centotrentuno
Un'esultanza di Michele Vitali | Foto Luigi Canu

La Dinamo ha fatto 13, ma che fatica con Pistoia!

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

La Dinamo Sassari chiude con una vittoria il girone d’andata.

I biancoblu espugnano a fatica il PalaCarrara di Pistoia col punteggio di 70-78 volando così al primo posto del campionato, in attesa della sfida della Virtus Bologna a Trento di domenica. Soddisfazione per Gianmarco Pozzecco e staff che hanno visto vincere i loro ragazzi in una gara sporca e difficile.

La cronaca: Pronti, via con Bilan e Vitali che provano già a far scappare il Banco di Sardegna, mentre dall’altra parte sono due vecchie conoscenze della società sarda a spiccare, l’ex Cagliari Johnson e quel Petteway che ha deluso nella prima parte della scorsa stagione in maglia biancoblu. I toscani di Carrea si mantengono aggrappati alla gara anche grazie alla zona e alla prima sirena il tabellone dice 15-20. Al rientro in campo Pierre trova i primi suoi due punti della gara in post, ma i padroni di casa trovano in Landi un inaspettato protagonista: 12 punti di fila (tra cui un gioco da 4 punti) per l’ex Virtus Roma che costringe Pozzecco al timeout. La Dinamo non svolta, Pistoia gioca sulle ali dell’entusiasmo e Brandt appoggia al vetro il +7 che chiude la prima metà della gara.

Al rientro dagli spogliatoi la situazione falli dei padroni di casa si aggrava con Petteway, Johnson e Brandt che commettono la terza infrazione, ma il Banco non ne approfitta prontamente; Pozzecco prende il classico fallo tecnico per proteste, Spissu trova la sua seconda tripla della gara dopo i primi 20′ chiusi a 0 e riporta a -2 i suoi. La Dinamo trova sull’asse Bilan-McLean la chiave per riportarsi di nuovo avanti al termine del terzo periodo ed è 52-55 all’ultimo mini-intervallo. In avvio del quarto finale le squadre si rispondono colpo su colpo, la coppia Gentile-Spissu bombardano da oltre l’arco e mettono due possessi di divario  tra le due contendenti; le energie di Pistoia sembrano al lumicino, Jerrells mette i suoi unici punti della gara da 9 metri e regala un confortevole vantaggio ai suoi di 11 lunghezze. La OriOra però non si arrende, Salumu, Dowdell e due liberi di Brandt riportano a due possessi di svantaggio i toscani: Gentile fa 1/2 dalla lunetta poi è Petteway a segnare la tripla del -2. Spissu zittisce il PalaCarrara appena entra in area e indirizza nuovamente la gara verso Sassari: Pistoia attacca senza lucidità successivamente e, nonostante una brutta persa del play sassarese, deve dire addio ai sogni di gloria. Il Banco firma la sua settima vittoria consecutiva.

OriOra Pistoia-Dinamo Banco di Sardegna Sassari 70-78 (15-20, 24-12, 13-23, 18-23)

Pistoia: Petteway 11, Johnson 11, Salumu 15, D’Ercole 2, Della Rosa, Brandt 10, Dowdell 7, Landi 14, Wheatle, Quarisa. Coach: M. Carrea

Sassari: Bilan 17, Evans 5, Pierre 11, Vitali 14, Spissu 15, McLean 6, Jerrells 3, Gentile 7, Bucarelli, Magro, Devecchi. Coach: G. Pozzecco

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti