LE PAGELLE | Pierre re della battaglia

Il racconto, il tabellino e le pagelle (con voti e giudizi) della sfida tra Pistoia e Dinamo Sassari.

IL TABELLINO

PISTOIA: Mitchell 17, Krubally 15, Crosariol 12, Peak 4, Della Rosa 4, Martini, Di Pizzo, Auda 4, Mesicek 20, Odum 6, Bolpin, Querci.
SASSARI: Smith 12, McGee 6, Pierre 27, Thomas 17, Cooley 15, Spissu, Gentile 5, Devecchi, Carter, Polonara 8, Magro, Diop, Re.

LA CRONACA

Partenza a ritmi bassi. La Dinamo costruisce molti tiri dall’arco con buoni risultati. In difesa McGee soffre Tony Mitchell, cui deve cedere chili e centimetri, e va subito in affanno con due falli. Serve il solito Smith in modalità “professore” a tenere in partita il Banco. La differenza a favore di Pistoia la fa l’intero comparto lunghi dei toscani, quattro giocatori con caratteristiche diverse che creano parecchi grattacapi. A questo punto si mettono in moto Cooley e Pierre che iniziano a tirar giù rimbalzi e mettere punti importanti. In questa fase in cui la partita sembra non avere un padrone, a riportare l’Oriora con la testa avanti sono il solito Mitchell, ex di certo non indimenticabile ma che spesso accende la spia rossa quando vede la Dinamo, lo sloveno Mesicek e l’ala-centro Krubally. Pistoia arriva alla pausa lunga a +7 con un parziale di 46-39.
Il secondo tempo inizia con il solito Mitchell a guidare l’attacco pistoiese e McGee che con oltre 16 minuti da giocare commette il quarto fallo escludendosi di fatto dalla partita. Il terzo quarto è dominato dalla tanta imprecisione delle due squadre ma a sbagliare meno è la Dinamo, che torna a contatto sempre grazie al duo Cooley-Pierre. L’ultimo periodo è un ottimo specchio della partita con costanti ribaltamenti che lasciano la questione aperta sino all’ultimo. A fare la differenza sono la testardaggine di Mitchell che da fattore offensivo diventa un accentratore per l’attacco dei padroni di casa la prestazione crescente di Thomas. Ma non basta perché le due squadre chiudono 78 pari. Serve quindi l’overtime per decidere il vincitore di quella che è stata una vera e propria battaglia.

LE PAGELLE

Smith 6 – Partita di intensità offensiva, ma segnata anche da un’insolita imprecisione.
McGee 4,5 – Soliti problemi: molti falli e pochi punti.
Pierre 7,5 – All round vero, segna e tira giù rimbalzi. Dominante.
Thomas 7 – Dopo tre quarti a luci spente si accende e trascina il Banco.
Cooley 6,5 – Ingaggia un duello fra centri “dal sapore antico” con Crosariol e la lotta lo esalta.
Spissu 5 – Non incide.
Gentile 6,5 – Sfrutta i minuti a disposizione sfornando assist e segnando un paio di canestri importanti.
Carter 4 – Entra solo nel secondo quarto a far danni: tre falli e torna in panca per il resto della gara.
Devecchi sv –
Polonara 6 – Achille ha voglia e nonostante qualche incertezza al tiro in difesa da veramente tutto.
Magro sv –
Diop sv –
Re sv –
Pozzecco 6 – Sufficiente per la vittoria ma restano tanti interrogativi.Il suo gioco offensivo ancora non si vede, mentre la difesa funziona a tratti favorita anche dalla “corrente alternata” degli attacchi pistoiesi. Qualche dubbio anche sulle rotazioni.

Lello Stelletti