agenzia-garau-centotrentuno

Pallamano | Gioia Raimond Ego, Sassari batte Merano e vince la Supercoppa!

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares
sardares
signorino

La Raimond Ego Sassari conquista la Supercoppa Italiana al Centro Federale di Chieti. I rossoblù di Equisoain non sbagliano nella finale contro i Black Devils Merano regalandosi il trofeo che cancella un avvio di stagione con qualche difficoltà di troppo. 28-29 il punteggio finale per la Raimond che si è fatta notare anche per un bel gesto di fair play quando il punteggio era in bilico nel finale.

La partita – Avvio equilibrato nei primi 10′ con le squadre che si sono risposte colpo su colpo: sul 5-5 arriva la doppia inferiorità numerica per i sassaresi costretti a rinunciare a Vranac e Halilkovic, ma i Black Devils non ne approfittano sbagliando anche un sette metri con Cuello. Manojlovic riporta sopra i rossoblù, poi doppio due minuti anche per Merano che riesce comunque a rimanere in scia ai sardi che trovano poi al 20′ il primo vero strappo della gara con la conclusione di Nardin e quella di Della Vecchia dell’8-12 che costringe al timeout il coach Pratner. Merano trova un parzialino di 2-0, con Equisoain che chiama timeout per interrompere il buon momento dei trentini. Il primo tempo si è chiuso sul 14-16 con il rigore di Gerstgrasser a rispondere a Manojlovic.  Al rientro dall’intervallo lungo si prende la scena Milovic che con due gol nel giro di due minuti ha riportato in parità il punteggio (16-16). La gara si mantiene sull’equilibrio per una decina di minuti, con Gerstgrasser grandissimo protagonista tra le fila dei Black Devils che piazza il sorpasso sul 21-20 dopo un lungo inseguimento e Sampaolo ad aiutare nel tenere a contatto i suoi con alcuni interventi molto importanti. Nardin riporta sopra i suoi dai sette metri (22-21) e Vranac a regalare poi il +2 a 11′ dal termine. Sassari non si ferma, Nardin e poi Halilkovic portano addirittura sul +4 i rossoblù e costringono al timeout il coach avversario con 9′ da giocare sul 21-25. Merano non molla, parzialino di 2-0 e si riporta a contatto sul 25-27 sfruttando qualche errore della squadra di Equisoain. A 3′ dalla fine Cuello scivola e perde palla, Sassari si lancia in contropiede e decide di fermarsi per fair play con il palazzetto di Chieti ad applaudire il bel gesto. Il finale è teso, Aldini viene espulso e Cuello non sbaglia dai sette metri con 9″ sul cronometro e il punteggio di 27-28. Sassari perde palla nell’attacco successivo, Merano si fionda in attacco ma non riesce a tirare con Cuello per un pallone troppo lungo e fa esplodere di gioia i sardi.

ALPERIA MERANO-RAIMOND EGO SASSARI 27-28 (14-16)

ALPERIA MERANO: Fadanelli, Romei 2, Visentin 1, Gerstgrasser 6, Stricker, Wolf, Colleluori, Wierer, Raffeiner 1, Martini 1, Haj Frej, Nunez 4, Milovic 5, Glisic, Cuello 7, Sperandio. ALLENATORE: Jurgen Prantner

RAIMOND EGO SASSARI: Pavani, Aldini 1, Nardin 4, Della Vecchia 2, Mura, De Oliveira 5, Delogu, Halilkovic 5, Bomboi, Gomes 3, Sampaolo, Manojlovic 6, Brzic 2, Vranac. ALLENATORE: Francisco Javier Equisoain Azanza

La Redazione

 

TAG:  Pallamano
 
Notifiche
Avvisami se ci sono
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti