Passetti: “Nainggolan? Spesso la volontà delle parti conta”

Il direttore generale del Cagliari Calcio Mario Passetti è intervenuto a La Domenica Sportiva: ecco alcune delle sue dichiarazioni.

Sullo Scudetto: “Per tutti noi sardi questo è indelebile anche per chi non ha avuto l’onore di viverla. Tutti hanno un ricordo o un aneddoto su quel 12 aprile 1970. Ho avuto la  fortuna di conoscere quei ragazzi e vi garantisco che c’è una complicità e un’amicizia unica, questo è stato il loro segreto per il successo. Per noi è un senso di responsabilità guidare questa società” 

Su una possibile permanenza di Nainggolan: Stiamo vivendo un momento delicato dov’è queste questioni passano in secondo piano, dove ora la salute e la priorità. Non è cambiata la posizione su Nainggolan, ne parleremo insieme: per dirla senza giri di parole dopo tutto quello che è successo è difficile che ci si possa permettere un ingaggio simile, ma spesso la volontà delle parti fa la differenza. Ne parleremo con Radja e con l’Inter vedremo se potremo fare qualcosa”. 

Sullo stadio: “Abbiamo un progetto che si appoggia alla legge stadi che si basa su un economico finanziario che si regge, per questo noi abbiamo individuato delle aree in cui realizzare degli spazi commerciali nel piano originario. Alla luce di quello che sta accadendo ci sembra, ed è un pensiero condiviso col Comunee la Regione, che sarebbe fuori da ogni schema realizzare ulteriori aree commerciali in questo momento. L’unico interesse come società ora rimane quello di costruire uno stadio nuovo per tutta la comunità” 

 

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti