Leonardo Pavoletti | Foto Alessandro Sanna

Pavoletti: “Posso dare ancora tanto al Cagliari: il mio gol per Bitti”

Leonardo Pavoletti è tornato al gol dopo 553 giorni: ecco le sue dichiarazioni ai microfoni di Sky al termine della partita pareggiata con lo Spezia.

“La mia dedica va alle vittime di Bitti, voglio dedicare il primo pensiero a loro: cercheremo di dare loro il nostro contributo. Quando uno non gioca si parla tanto, da discorsi da bar; non facevo più gol per i capelli per la mia dieta, so quello che valgo e so che posso dare ancora un grande contributo al Cagliari . Dispiace per il pareggio finale, ma oggi me la godo, sono felice. Il primo tempo abbiamo sofferto per meriti dello Spezia,  sono una bella squadra e hanno saputo metterci alla corde: piano piano siamo cresciuti perché abbiamo qualità, abbiamo creato tante occasioni però abbiamo fatto solo due gol e in Serie A questo non puoi farlo perché alla minima occasione ti puniscono”.

“Maradona? Ho avuto la fortuna di conoscerlo di persona, pensavo non mi conoscesse nemmeno e invece mi diede il benvenuto al Napoli. Ho un grande ricordo di lui. Diego lo apprezzo come persona perché è uno che non si è mai nascosto: nemmeno io l’ho fatto, nel momento più brutto ne sono uscite tante e ho passato i 10 giorni peggiori della mia vita. Piano piano sapevo che si sarebbe rimesso tutto a posto, l’importante è non arrendersi perché tutto si sistema: dopo due riabilitazioni, ora me la godo. L’Azzurro? Ci penso, perché ho assaporato quel gruppo in cui è bellissimo starci anche se non giochi. Vedremo a maggio”. 

La Redazione

 
3 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti