agenzia-garau-centotrentuno
bendzius-dinamo-sassari-reyer-canu

Pazza Dinamo, Sassari porta Venezia a Gara 5!

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Un’altalena di emozioni conclusasi con la vittoria della Dinamo Sassari che porta il quarto di finale con Venezia a Gara 5: 86-73 il punteggio finale al termine di una partita strana, dominata nel primo quarto dai padroni di casa che hanno poi dilapidato il vantaggio nel secondo parziale, seguiti dalla rimonta nel terzo quarto e la gloria finale biancoblù negli ultimi 10′, gli uomini di Pozzecco si giocheranno l’accesso alle semifinali di nuovo in Veneto.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

La cronaca: Si inizia con 20′ di ritardo a causa della sostituzione di uno dei tabelloni dei canestri rotto da Treier in fase di riscaldamento con una schiacciata- Dopo 5′ di gioco sono appena 6 i punti segnati (4-2) tra errori al tiro e buone difese che soffocano gli attacchi: De Raffaele pesca per la prima volta nella serie Vidmar, suo il fallo per i liberi di Bilan del 9-3. Pozzecco risponde con Happ-Kruslin dalla panchina, parziale di 5-0 e primo tentativo di fuga del Banco di Sardegna. Bendzius mette due triple consecutive e il parziale a fine primo quarto è 20-6.  Dopo il primo mini-intervallo la Reyer si sblocca con la coppia Jerrells-Daye e dà vita a un incredibile parziale di 16-0 che Pozzecco non riesce a interrompere nemmeno con due timeout. Burnell riesce finalmente sbloccare quota 23 dalla lunetta con il punteggio ormai in discussione e il primo sorpasso firmato da Chappell dall’arco. Tonut regala il +4 con un gioco da tre punti, l’ultimo canestro della prima metà gara che si chiude sul 31-35.

Al rientro dagli spogliatoi c’è Spissu in campo nonostante i tre falli, Venezia trova buone percentuali e prova ad allungare con Chappell che raccoglie un pallone dalla spazzatura e lo trasforma nel +9 veneto. La Reyer arriva anche sopra la doppia cifra di vantaggio, prima di una nuova fiammata Dinamo trascinata dal suo play numero 0. Daye commette antisportivo su Bendzius, due liberi segnati dal lituano e poi è Katic a segnare in contropiede il -3. Il croato mette la tripla sulla sirena ed è perfetta parità a quota 59 a 10′ dalla fine. L’equilibrio permane nell’ultimo quarto, Toni Katic prova a dare lo scossone e firma il +5 dall’arco, timeout immediato di De Raffaele e abbraccio tra l’ex Cedevita e Pozzecco. Tonut commette il quinto fallo su un più che positivo Katic che firma dalla lunetta i liberi del +9, Daye va con i liberi del -7 ma è Spissu da oltre l’arco a scavare il solco di 10 punti tra le due squadre. Lo step-back di Gentile chiude i conti, si va di nuovo al Taliercio.

Matteo Porcu

Dinamo Banco di Sardegna Sassari – Reyer Venezia 86-73 (20-6, 11-29, 28-24, 27-14)

Sassari: Bilan 4, Bendzius 25, Burnell 6, Spissu 20, Gentile 7, Happ 8, Kruslin 3, Katic 13, Treier, Re, Gandini. Coach: Pozzecco

Venezia: Watt 13, Chappell 11, Tonut 8, Mazzola, Cerella, Casarin, Vidmar 3, Stone 8, Daye 7, Jerrells 14, Denicolao 9. Campogrande

 
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti