Pozzecco: “Coronavirus? Andrebbe fermato tutto”

Gianmarco Pozzecco ha affidato ai canali ufficiali della Dinamo Sassari il suo commento alla vigilia della sfida con la Virtus Roma.

La sfida si disputerà a porte chiuse per via del decreto sul coronavirus: “ C’è un decreto che indica un metro di distanza da una persona all’altra- dichiara il coach-. In campo chiedo ai miei giocatori di stare attaccati agli avversari, se c’è un metro tra loro e chi devono marcare mi arrabbio clamorosamente. Ecco ci sono tante incongruenze, bisognerebbe avere la consapevolezza di andare in una direzione decisi. Va fermato tutto, ma non perché lo dico io, ma perché c’è un decreto che stabilisce le distanze. I giocatori di certo non stanno a un metro di distanza, sudano e tossiscono…”.

Sulla gara contro un avversario profondamente rinnovato da un restyling col taglio di Dyson e gli arrivi di Webster, Barford e White, Pozzecco aggiunge: “In questo momento come non mai dobbiamo essere focalizzati sui noi stessi, pronti a giocare la nostra partita soprattutto in difesa. Abbiamo grande rispetto di Roma su ciò che sta facendo e farà ma dobbiamo guardare a quello che dovremo fare noi, prepariamo la partita con la solita attenzione consapevoli che dobbiamo giocare una difesa tosta fin dalla palla a due, mercoledì con Burgos abbiamo difeso nel modo giusto solo nel secondo tempo. Ci sono dei momenti che sono ciclici: prima partivamo con la consapevolezza che alla fine le partite le vincevamo mentre adesso partiamo troppo blandi, condizionando la gara in avvio senza riuscire a trovare il ritmo che ci accompagnava prima. È su questo che dobbiamo lavorare. Non ho dubbi che la direzione sia quella giusta ma dobbiamo partire dalla difesa, mercoledì abbiamo fatto 81 punti che è nelle nostre caratteristiche ma non dobbiamo concedere all’altra squadra di farne 86. La chiave per vincere è la difesa, soprattutto è essenziale per giocare la nostra pallacanestro, noi difendiamo perché pensiamo sia giusto difendere in un determinato modo non solo per vincere la singola partita. Parte tutto da qui ed è su questo che dobbiamo concentrarci”.

Intanto è stato ufficializzato lo spostamento della gara con la Reyer che si disputerà venerdì 13 marzo alle ore 20 al PalaSerradimigni per la concomitanza con la sfida di Champions League con Burgos. Secondo le recenti disposizioni della Fip la sfida sarà rigorosamente a porte chiuse.

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti