agenzia-garau-centotrentuno
La conferenza stampa di presentazione dell'evento | Foto US Comune di Pula

Pula | Beach Sport e Fun Run insieme per la Cardiologia Pediatrica del Brotzu

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares
signorino
sardares

Ritorna il Beach Sport a Pula, città a vocazione turistica che coniuga l’intrattenimento alla solidarietà. Si comincia con un mese di luglio ricco di proposte. Dal 12 al 14, nella spiaggia di Campu Matta (Santa Margherita di Pula), dalle 9:30 alle 18:30 si misureranno numerosi atleti in cinque differenti discipline: beach volley, beach tennis, beach handball, beach soccer e triathlon. Gli eventi sono stati presentati stamane nella sala consiliare di Pula. Madrina della manifestazione è Sara Paschina, atleta del Cus Cagliari, pulese d’adozione.

L’evento 

Il programma dal 12 al 14 luglio. L’evento principale è il Torneo nazionale serie Beach 1 valido per la qualificazione al Campionato italiano assoluto di beach volley, inserito all’interno del Circuito regionale sardo promosso dalla Fipav (Federazione italiana pallavolo – Comitato regionale Sardegna), che si svolgerà nelle giornate di sabato e domenica. Questa disciplina prevede sia le attività agonistiche che quelle amatoriali: queste ultime saranno curate dai tecnici dell’Asd Beach Volley Cagliari. Handball Karalis e Cagliari Handball Academy offriranno a tutti, con un torneo promozionale, l’opportunità di conoscere da vicino il beach handball. La manifestazione è aperta a giovani e adulti. Spetta all’Fdc Pula la cura del torneo di beach soccer, con un torneo in cui la competizione e il fair play si fonderanno per creare momenti di sano divertimento. Lo stesso spirito anima l’Asd Beach Tennis Pula, che organizza il beach tennis. Ospiti d’eccezione i fruitori del progetto “Estate al mare”, persone con disabilità che potranno vivere una giornata speciale interamente dedicata al beach tennis, tra svago, divertimento, musica e relax. Un’occasione unica per condividere momenti di gioia e inclusione senza barriere di alcun tipo.
L’Asd Atletica Pula triathlon, infine, organizza un evento promozionale per bambini in età compresa tra i 6 e i 12 anni, che si cimenteranno nelle prove di triathlon, naturalmente su distanze ridotte. Sarà un’occasione speciale per i giovanissimi atleti che metteranno alla prova le proprie abilità in questa disciplina multidisciplinare, impegnativa ma divertente.

Luglio sarà caratterizzato anche dall’evento sportivo “Pula Fun Run”, dedicato alle famiglie e agli appassionati di ogni età. Sabato 27 luglio, a partire dalle 19:30, la centralissima piazza del Popolo a Pula (che proprio nei giorni scorsi è stata abbellita con le nuove fioriere mobili) ospiterà una serata dedicata alla gioia, al colore e alla solidarietà. Un’occasione per immergersi in un’atmosfera festosa, dove lo sport si unirà alla magia dei colori e alla generosità di residenti e turisti nei confronti di chi ha bisogno di aiuto. Quest’anno, partecipare alla “Fun Run” sarà anche un modo per sostenere le attività dell’associazione “Il Paese dei cuori” e la sua preziosa opera nell’ambito della cardiologia pediatrica. Ogni passo fatto durante la corsa contribuirà a dare ai bambini cardiopatici la possibilità di una vita migliore.

Le parole del sindaco di Pula Walter Cabasino
“La nostra amministrazione è costantemente impegnata nella promozione dello sport, perché siamo convinti che si tratti di un veicolo positivo di stile di vita sano, di partecipazione, condivisione e solidarietà”, sottolinea il sindaco di Pula, Walter Cabasino. “Infatti, abbiamo sposato con grande entusiasmo la prima edizione della “Pula Fun Run”, una gara di solidarietà che sostiene le cardiopatie infantili. Anche quest’anno, inoltre, abbiamo riproposto con forte convinzione i tre giorni di sport di “Pula beach sport”. Questo impegno, che si sta consolidando negli anni, può dare frutti positivi soprattutto tra i giovani”.

Le parole della vicesindaco di Pula Elisabetta Loi
“Lo sport è un importante ed efficace veicolo per promuovere il territorio e l’ambiente”, spiega la vicesindaco Elisabetta Loi, che tra le sue deleghe ha quelle allo Sport e alle Politiche giovanili. “È ciò che stiamo facendo con la “Pula beach sport”, per esempio: la promozione delle spiagge e dei nostri litorali attraverso le discipline sportive ci consente di coniugare la fruibilità di una bella spiaggia ad una sana attività sportiva. Per la prima volta ospiteremo la “Pula Fun Run”, una gara di solidarietà alla quale invitiamo a partecipare tutti i cittadini e i turisti per sostenere l’associazione “Il Paese dei cuori”, che opera a favore del reparto di Cardiologia pediatrica e cardiopatie congenite dell’ospedale Brotzu di Cagliari”.

Le parole del consigliere comunale Salvatore Di Caro
“Con la “Fun Run”, sport e solidarietà si uniscono per sostenere l’associazione “Il Paese dei cuori: un connubio perfetto per promuovere i valori dello sport e della solidarietà, dando il giusto valore all’impegno sociale», è il commento di Salvatore Di Caro, consigliere comunale che segue con particolare attenzione tutti gli eventi sportivi di Pula. «Parliamo di una iniziativa che unisce la passione per l’attività fisica alla generosità, per dare speranza e supporto ai bambini affetti da cardiopatie. Un gesto che dimostra come lo sport possa essere un potente strumento per fare del bene e diffondere messaggi positivi nella nostra società. La Fun Run è davvero un’occasione per correre, sorridere e dare il proprio contributo a una causa importante”

Le parole del cardiologo Roberto Tumbarello, direttore della Struttura complessa di Cardiologia pediatrica e delle cardiopatie congenite dell’ospedale Brotzu di Cagliari
“Ringraziamo il Comune di Pula e quanti si stanno adoperando per questa iniziativa “Il Paese dei cuori” è il braccio operativo del nostro reparto, i volontari si prodigano per raccogliere fondi da destinare all’acquisto di macchinari e strumenti per i nostri pazienti. Non guardiamo alle grandi cifre: paradossalmente, è più facile ricevere le risorse finanziarie per l’acquisto di un’apparecchiatura come la risonanza magnetica piuttosto che per abbellire il reparto con un acquario che aiuti a dare un po’ di serenità ai bambini o arredare gli ambulatori, oppure comprare le sonde o il software, vale a dire tutto il contorno che rende un reparto più efficace e pronto a rispondere alle esigenze dei propri pazienti più delicati. Il nostro è un reparto che ha una tipologia di pazienti molto vasta, che va dall’epoca fetale all’età adulta. Grazie alle nuove e sofisticate tecnologie, siamo in grado di individuare le cardiopatie congenite in un feto di appena 12-14 settimane di gestazione. Sino agli anni Settanta, la mortalità di questi bambini era altissima: raggiungeva il 60-65%. Oggi il 90% di loro arriva all’età adulta, anche grazie ai passi avanti della cardiochirurgia. Non è solo un problema di durata ma anche di qualità della vita. Il mio ringraziamento va a nome dei novemila pazienti che seguiamo, di cui 2.800 hanno superato i 18 anni d’età”

Le parole del vicepresidente dell’associazione ViviPula Ettore Caboni.
“Ho unito la mia esperienza di podista e di vicepresidente dell’Associazione commercianti e ho voluto raccogliere la sfida di organizzare, con l’aiuto degli amici dell’Atletica Pula e del Comune di Pula, una corsa che fosse allo stesso tempo uno svago e un’attrazione per il nostro territorio. Chi partecipa alla “Fun Run” non lo fa per vincere, anche perché non esiste un podio come nelle comuni corse. Qui si corre partendo con una maglietta bianca, sapendo che si arriverà al traguardo somigliando a un arcobaleno. La corsa colorata è un ottimo veicolo promozionale per la nostra cittadina. Ci auguriamo che possa diventare negli anni un appuntamento imperdibile. Non è secondario il lato benefico della manifestazione, altro motore dell’iniziativa”.

La Redazione | Fonte Comunicato Stampa

TAG:  Altri Sport
 
Notifiche
Avvisami se ci sono
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti