Rally Geominerario, vincono Diomedi e Pirisinu

Maurizio Diomedi e Giuseppe Pirisinu conquistano la seconda edizione del Rally del Parco Geominerario.

A bordo di una Skoda Fabia R5 il pilota di Calangianus ha vinto il suo primo rally stagionale al termine di una gara con tante emozioni, precedendo il padrone di casa Marino Gessa, navigato da Salvatore Pusceddu (Renault Clio S1600) e l’equipaggio composto da Vittorio Musselli e Claudio Mele (Skoda Fabia R5). Una gara con tante emozioni caratterizzata anche dal primo passaggio sulle prove d’apertura Montevecchio e Cortes sul bagnato dopo la pioggia caduta a una mezz’oretta dello start. Qui il miglior parziale è stato in entrambi i casi, di Gessa-Pusceddu, abili a sfruttare la migliore confidenza col percorso: dalla PS3 in poi le più performanti Skoda R5 di Diomedi e Musselli hanno iniziato una furiosa rimonta, col veloce avvocato gallurese che conquistava la leadership sul primo passaggio della Arbus. Nel secondo giro di prove speciali Diomedi-Pirisinu incrementavano il proprio vantaggio, mentre Musselli-Mele si sono avvicinati progressivamente a Gessa-Pusceddu. Nelle ultime tre prove speciali Diomedi ha controllato la corsa e portato a casa il successo, mentre dietro infuriava la lotta per l’argento: Musselli-Mele hanno firmato il miglior tempo sulla PS8 superando gli avversari, ma sull’ultima prova speciale un buon tempo di Gessa-Pusceddu e una foratura all’anteriore destro della Skoda del tempiese, hanno regalato la gioia del secondo gradino del podio all’arburese.

Quarta posizione assoluta e una gara in costante crescita per Siddi-Maccioni (Ford Fiesta R5) che si sono tolti la soddisfazione di vincere la PS7 Montevecchio 3. Ottima prova anche per la sempre veloce Citroen Saxo di Gudenzi-Serra, Sesta piazza e successo in Gruppo N per la Renault Clio di Piras-Demontis, seguiti da Fois-Brundu (Mini Cooper, primi tra le Racing Start) e Luca e Chiara Serra(Citroen Saxo). Chiudono la Top10 la Renault Clio Gruppo N di Piredda-Spanu e la Peugeot 106 N2 di Farci-Mocci. Soltanto in 20 sono saliti sulla pedana finale di Montevecchio a riprova della durezza del percorso della gara organizzata dalla Mediterranean Team in collaborazione con Ogliastra Racing e Arbus Pro Motor’s.

Matteo Porcu

TAGS:

Sponsorizzati