Regione, Giunta a ‘Sa Die’?

Nonostante l’opposizione totale in Consiglio, ci sarà la seduta di domenica prossima, 28 aprile, in occasione di Sa Die de sa Sardigna. In quella data ci sarà anche la fumata bianca sulla Giunta definitiva a guida Solinas?

La decisione è stata ufficializzata nel pomeriggio, dopo l’incontro tra il presidente della Regione, Christian Solinas, quello del Consiglio regionale, Michele Pais, e i rappresentanti del comitato per Sa Die de Sa Sardigna. Restano da assegnare le deleghe ai Trasporti, Industria, Agricoltura, Cultura, Affari generali, Lavori pubblici e Urbanistica, secondo gli equilibri tra le forze della coalizione che hanno vinto le elezioni dello scorso 24 febbraio.

“Stiamo lavorando – dice Solinas ai cronisti presenti in via Roma – La Giunta c’è e sta deliberando, non abbiamo la fretta di assegnare deleghe. Non diamo date, ci vuole il tempo giusto per prendere una scelta importante per la Sardegna”.

Sicure queste deleghe, decise il 4 marzo: Mario Nieddu (Sanità), Gianni Chessa (Turismo), Alessandra Zedda (Lavoro), Giuseppe Fasolino (Programmazione) e Gianni Lampis (Ambiente). In casa Lega, sull’Agricoltura, una parte continuerebbe a propendere per Daria Inzaina (che però non ha un titolo superiore alla terza media e questo presenta delle criticità) mentre un’altra spinge l’avvocato sassarese Maria Assunta Argiolas (piace a Salvini ma non a Centinaio). Questa andrebbe all’Industria, con l’Agricoltura che potrebbe andare ad una donna indicata dal Gruppo Misto. Ai Trasporti il nome caldo è quella di Gabriella Massidda (direttore generale dell’Assessorato). Pubblica istruzione e Beni Culturali andranno ad Andrea Biancareddu (sindaco di Tempio, Udc), agli Affari generali e alle Riforme Giorgio Todde, in quota Lega e ogliastrina. Sui Lavori Pubblici ai Riformatori si balla tra Pietrino Fois, sassarese, e l’avvocato sulcitano Roberto Frongia.

TAGS:

Sponsorizzati