agenzia-garau-centotrentuno

Sassari, terzo appuntamento con “Il Filo Rosso”: sul palco Enarmonia e Luca Chessa

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares

Venerdì 22 luglio, alle ore 18 negli spazi della biblioteca universitaria di Sassari, andrà in scena il terzo dei sette appuntamenti in calendario dell’edizione 2022 della rassegna musicale “Il filo rosso“: sul palco salirà l’ensemble d’archi Enarmonia accompagnato dal sax di Luca Chessa.

Luoghi di pregio, di prestigio e fascino in cui dare spazio e voce e visibilità all’arte musicale, in un gioco di specchi in cui suggestione e bellezza (della location) si riflettono e si amplificano nell’espressione artistica proposta. Questo il senso e contemporaneamente l’obiettivo della serie di eventi firmati Polifonica Santa Cecilia Onlus della presidentessa Denise Gueye – la rassegna ha il patrocinio del Comune di Sassari ed è stata finanziata dalla Regione Sardegna -, che di volta in volta daranno vita a momenti particolari organizzati in location particolari, individuate nei luoghi della città in cui la Cultura esiste, persiste e si esprime al massimo del suo potenziale (oltre alla Biblioteca universitaria la Pinacoteca nazionale e il museo Nazionale “G. Sanna”).

Brani di Girotto, Gardel (Por una cabeza) e Piazzolla. Un repertorio di alto livello, proposto alla platea da un ensemble composto da musicisti di qualità, vario e per questo capace di attrarre e al contempo incuriosire. Ad eseguirlo un quartetto d’archi accompagnato dal sax che lascia ampio spazio all’ammirazione ed alla suggestione. Competenza, entusiasmo e perizia sono le chiavi di volta di questo strepitoso ensemble composto da Alessandro Puggioni (violino I), Alessio Manca (violino II), Gioele Lumbau (viola) e Francesco Abis (violoncello). Un quadro dipinto con armoniosa eleganza, l’eleganza delle note delle viole e dei violini che si mostrerà per l’occasione immersa nelle suadenti atmosfere create dal sax di Luca Chessa.

Sette appuntamenti in musica, tre location ricche di storia, suggestioni e cultura tenute insieme da un fil rouge che – grazie al grande potere catalizzante della musica – porta il pubblico a scoprire e visitare i luoghi di Cultura ed al contempo a conoscere le professionalità che in essi svolgono il loro quotidiano lavoro. La direzione artistica è affidata al maestro Matteo Taras.

La Redazione | Fonte Comunicato Stampa

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti