agenzia-garau-centotrentuno
lazazzera-lanusei

Serie D | Derby e scontri salvezza, ritornano in campo le sarde

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Per le squadre sarde impegnate nel girone G della Serie D le vacanze di Natale quest’anno sono state un po’ più lunghe del previsto, dopo un mese di pausa forzata però è tempo di tornare sul campo di gioco. Se per alcune il campionato può finalmente riprendere, diverso il discorso è per Arzachena, Muravera e Latte Dolce che, a causa delle positività riscontate tra i sarrabesi (impegnati con l’Aprilia) e gli smeraldini (impegnati contro i sassaresi), devono rimandare il loro ritorno in campo. Tra novità di mercato, recuperi annullati e rinvii, vediamo quali sono le sfide che dovranno affrontare le sorelle sarde in questo fine settimana.

Atletico Uri-Torres, il derby di provincia

Contro l’Uri i rossoblù di mister Alfonso Greco sono chiamati a fornire una prestazione che scacci via i malcontenti dell’ultimo spezzone di 2021. Infatti, nel recupero del 27 dicembre contro la Vis Artena, sono piovuti parecchi fischi all’indirizzo del tecnico romano colpevole, secondo la tifoseria, di aver fatto dei cambi poco azzeccati. Il pareggio ottenuto in quella occasione ha rallentato la rincorsa al Giugliano che al momento dista 8 punti. Prima del pareggio con i laziali il finale di stagione dei sassaresi è stato più che positivo. Scotto e compagni hanno inanellato una serie di tre vittorie consecutive (Aprilia, Latte Dolce e Insieme Formia) che, grazie anche al pareggio del Giugliano con il Cassino (1-1), hanno permesso ai rossoblù di avvicinarsi alla vetta della classifica. Ancora il campionato è lungo, e i sassaresi prima di volare in terra campana, per la sfida “scudetto” contro la capolista, dovranno affrontare un’altra pericolosa gara contro l’Atletico Uri per far tornare il sorriso ai tifosi. Ad attenderli, al comunale di Usini, ci saranno gli uomini di mister Paba che dopo aver sorpreso tutti in questo avvio di stagione, hanno iniziato a risentire del salto di categoria. Le matricole giallorosse arrivano al derby contro la Torres dopo tre sconfitte consecutive (Albalonga, Ostiamare e Arzachena). Risultati che sono stati influenzati, oltre che dalla presenza in rosa di tanti giovani, anche dalle tante assenze che hanno colpito la squadra di Massimiliano Paba. La classifica dell’Uri al momento li vede all’undicesimo posto a pari punti (18) con il Cassino. Il mercato invernale, come vi abbiamo già raccontato nei giorni scorsi, ha portato due arrivi in casa giallorossa, primo tra tutti quello dell’attaccante Hernan Salazar, che grazie alla sua esperienza dovrà dare un maggiore apporto soprattutto in fase realizzativa. Si è aggiunto invece tra le fila degli uomini a disposizione di mister Alfonso Greco, Alessandro Gurini (giovanili dell’Ascoli) terzino sinistro classe ’03 che all’occorrenza può giocare anche da interno di centrocampo.

Gladiator-Carbonia, sfida salvezza

Questa pausa per i minerari ha portato tante novità, sia per il ritorno allo stadio Zoboli (condizioni del terreno non esaltanti dopo un anno di abbandono) e sia sul fronte mercato. I problemi principali che hanno portato il Carbonia ad essere il fanalino di coda della classifica sono: la difesa che non riesce a trovare solidità e un reparto offensivo che stenta a segnare con continuità. Tradotto: peggior attacco del campionato e terza peggior difesa. Alla corte di mister Suazo ci sono stati tre arrivi: l’attaccante francese Kore, alle prese con un infortunio rimediato in questi giorni (sospetta lesione ai legamenti), il difensore centrale Mauro Augustin Pitto, e il mediano Antonio Alfieri. Ma in queste ore, specie in difesa, la società mineraria potrebbe annunciare altri rinforzi. Per il Carbonia i punti in campionato (con due partite ancora da recuperare) sono 7 e ad attendere la squadra di Suazo alla ripresa ci sarà il Gladiator. Anche per i casertani la classifica non è delle migliori, infatti sono al terzultimo posto con 12 punti e una partita ancora da recuperare. Nelle ultime tre giornate i campani hanno ottenuto tre sconfitte (Arzachena, Muravera e Vis Artena), per i sardi il percorso è stato meno netto, infatti oltre alle due sconfitte con Muravera e Arzachena, i biancoblu sono riusciti a ottenere un pareggio con il Monterotondo. Questa sfida sarà sicuramente importantissima per il discorso salvezza e una gara da non sbagliare per evitare la retrocessione diretta. In trasferta il campionato dei minerari è stato meno infausto, dei 7 punti totalizzati, 5 sono arrivati lontano dalla Sardegna. Anche in ottica playout il campionato è ancora tutto da giocare e grazie a questi rinforzi e alla spinta del proprio pubblico con il ritorno stabile in città per partite e allenamenti, non è ancora detta l’ultima parola per rimanere agganciati all’obiettivo salvezza.

Lanusei-Cassino, la prima di Biagioni

Uno degli incontri più interessanti di questa giornata di campionato sarà sicuramente quello che vedrà impegnato il Lanusei. Se i calciatori ogliastrini hanno potuto godersi le vacanze, non è stato altrettanto per la dirigenza sarda. Dopo il cambio in panchina e i tanti avvicendamenti di mercato, sia in entrata che in uscita, per gli ogliastrini di Biagioni è tempo di “esordio”. La pausa prolungata per i biancorossoverdi è arrivata sicuramente nel momento in cui serviva di più. Questo lungo stop è stato di vitale importanza sia per riuscire a conoscere meglio l’idea di calcio del nuovo allenatore, sia per lasciarsi alle spalle gli ultimi deludenti risultati. Il mese di dicembre sotto la guida Campolo, ha visto i sardi inanellare una serie di quattro sconfitte consecutive (Giugliano, Monterotondo, Albalonga e Ostiamare) facendoli catapultare pericolosamente al 14° posto (playout) con 13 punti. Il Lanusei nella prossima giornata sarà chiamato ad affrontare il Cassino che al momento si trova nell’ultima posizione disponibile per la salvezza a pari punti (18) con l’Atletico Uri. Per i laziali gli ultimi incontri hanno portato a tre pareggi consecutivi: due contro dirette avversarie come Latte Dolce e Insieme Formia, e uno che ha sapore quasi di vittoria contro il Giugliano. Sarà una partita intensa tra due squadre che arrivano da situazioni differenti ma che condividono lo stesso obiettivo e quindi per entrambe sarà un’occasione da non perdere.

Andrea Olmeo

TAG:  Serie D
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti