Soumare in Carbona-Gladiator | Foto Fabio Murru

Serie D, si studia un nuovo protocollo per proseguire i campionati

Ancora troppi i casi di coronavirus e di conseguenza i rinvii nei nove gironi di Serie D. La Lega Nazionale Dilettanti sta quindi cambiando il proprio protocollo con l’inserimento dei tamponi antigenici; la proposta è al vaglio della FIGC e si attende solo l’ok per metterla in atto.

A comunicarlo è la stessa LND che ha inoltrato la proposta d’integrazione a quello attualmente in vigore per il tramite del suo responsabile medico, il professor Carlo Tranquilli. La nuova formula sarà valida per i campionati di interesse nazionale gestiti dalla lega, la Serie D, il calcio femminile e le divisioni nazionali di calcio a 5. La modifica principale riguarda l’adozione dei tamponi di screening utilizzando test rapidi antigenici: “ Si tratta di un’integrazione fondamentale per innalzare il livello di sicurezza e per dare maggiore regolarità allo svolgimento delle attività– si legge nel comunicato-. Una volta valutata dalla commissione medico scientifica della FIGC, l’integrazione del protocollo potrà trovare rapida applicazione. Un iter che la Lega Nazionale Dilettanti spera possa concludersi in tempi brevi, dal momento che la ripresa del campionato è ormai alle porte”.

“Abbiamo fatto quanto era nelle nostre competenze, recependo le istanze delle società: ora attendiamo il via libera della FIGC – ha dichiarato il coordinatore della Serie D Luigi Barbiero – anche perché la ripresa del campionato non potrà che essere subordinata all’adozione del nuovo protocollo sanitario. Una volta approvato sarà rimodulato anche il regolamento per la richiesta di rinvio degli incontri per questioni legate al Covid”.

TAG:  Serie D
 
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti