agenzia-garau-centotrentuno
Latte Dolce-Serie D

Serie D | Tra campo e mercato: il punto per la tredicesima giornata

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares

Vigilia del turno infrasettimanale, il tredicesimo della Serie D, per le sette sorelle sarde. Cinque in realtà, perché il Muravera non giocherà su richiesta della Vis Artena per dei positivi nel gruppo squadra, e attenzione ai movimenti tra centrocampo e attacco dei sarrabesi nelle prossime ore di mercato, con almeno due over pronti ad uscire in mediana, con il più che probabile ritorno sull’isola dal “Continente” di una mezzala di qualità, e di una punta. Mentre la Torres riceverà il responso del secondo tampone molecolare nelle prossime ore e scoprirà se poter riprendere ad allenarsi di gruppo per la prossima gara del 12 dicembre in casa contro l’Aprilia. Vediamo nel dettaglio la giornata delle altre sarde.

Aprilia-Arzachena

Sfida di alta classifica per gli smeraldini contro la seconda forza del torneo. Nappi e i suoi sono chiamati alla prova del nove in una trasferta complicatissima contro i laziali che in casa però nelle ultime due ha perso con il Cynthialbalonga e pareggiato con l’OstiaMare. Insomma, sarà durissima contro una rosa molto compatta ma la speranza di strappare qualche punto dall’Aprilia deve esserci. In attesa anche degli sviluppi di mercato. Potrebbe uscire nelle prossime ore Kacorri, mentre per la mediana un nome che piace è quello di Arvia. Il sesto posto in classifica con una gara da recuperare e le due vittorie consecutive chiedono a gran voce una accelerata nel girone G ai biancoverdi. Nino Pinna e soci sapranno rispondere presente?

Atletico Uri-Cassino

Dare continuità ai risultati utili. Questo il mantra ripetuto per Paba e il suo Uri a poche ore dal calcio d’inizio della sfida interna al Cassino. Con i laziali che occupano la nona posizione e hanno gli stessi punti, 15, dei giallorossi. Gli “Spinosi” arrivano dal pari del Lixius in rimonta su un Lanusei quadrato e soprattutto dal successo 1-0 interno contro il Giugliano. La zona playout è distante due punti ma quella contro il Cassino è una gara che se giocata bene può mandare un chiaro messaggio a tutte le dirette concorrenti per la salvezza. Non solo sorpresa ma anche stabilità, questo serve all’Atletico ora in campionato. Con il mercato che resta un tema importante, specie in attacco. Serve un over per dare alternativa ai soliti due: Calaresu-Altolaguirre.

Lanusei-Giugliano

Obiettivo: tentare l’impresa. La speranza per il Lanusei è quella di aver rubato all’Uri l’etichetta di ammazza-capolista nell’ultima sfida del Lixius e ora provare a ripetere il numero dei giallorossi nella nuova sfida interna contro i campani. I gialloblù dopo il passo falso con l’Atletico di Paba hanno ripreso a correre con il 3-0 sul Latte Dolce ma se c’è una cosa che questo Girone G ci ha insegnato è che pochissime squadre sono imprevedibili come il Lanusei di Campolo. Giugliano o meno gli ogliastrini dovranno confermare una certa solidità in difesa, dove a breve potrebbero essere annunciati alcuni colpi, ma soprattutto non peccare, come spesso accaduto, di cinismo in avanti. Questa la strada per fermare nuovamente in Sardegna i primi della classe.

Latte Dolce-Ostia Mare

Un centrocampista e una punta, questa la strada che i sassaresi proveranno a tracciare sul mercato. Ma prima Scotto e i suoi ragazzi dovranno mettere tutto in casa contro l’Ostia Mare. In quella che è già una gara da bivio nelle gerarchie per la zona calda della classifica. Due punti raccolti nelle ultime tre per entrambe in un match che si preannuncia aperto e spettacolare con il Latte Dolce che rispetto alle precedenti uscite del girone dovrà essere più bravo a gestire gli episodi chiave di una gara. Fin qui i sassaresi hanno quasi sempre sbagliato le azioni decisive, in attacco e in difesa.

Carbonia-Monterotondo Scalo

La rivoluzione di dicembre è iniziata. Porte girevoli tra entrate e uscite (partenti Suhs, Dellacasa e Kassama) nel mercato ma il focus deve restare al campo. Suazo e i suoi arrivano alla gara da non sbagliare, quella contro la terzultima da ultimi in classifica. Monterotondo che tra fine novembre e inizio dicembre ha infilato tre vittorie consecutive e che sta provando la fuga sulle ultime due della generale: Formia e proprio i minerari. Al Carbonia servono gol, e arriveranno rinforzi dal mercato, e certezze. Se non dovessero arrivare in questa gara poi rialzare la testa diventerà molto complicato per i biancoblù.

Roberto Pinna

 

TAG:  Serie D
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti