Daniele Ragatzu (foto di Emanuele Perrone)

Olbia e Arzachena sconfitte di misura

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Trenquattresima giornata del Girone A di Serie C da dimenticare per Olbia e Arzachena, che cedono di misura a Siena e Piacenza.

L’Olbia esce sconfitta dall’Artemio Franchi per 1-0 col gol vittoria segnato nei minuti finali da Cesarini su azione di calcio d’angolo.

Buona partenza per i galluresi che vanno vicini alla rete con Ragatzu che impegna Contini con un tiro dal limite dell’area, poi alla mezz’ora grande chance per i padroni di casa: tocco di mano in area di un difensore olbiese, ma il rigore battuto da Gliozzi si infrange sul palo a Van der Want battuto. Nella ripresa Bellodi è costretto al forfait per infortunio con Filippi e Mignani che provano a cambiare le carte in tavola con i cambi. La gara caratterizzata dalle poche emozioni si vivacizza solo nei minuti finali: chance in successione per il Siena, con Cesarini e Cianci che non trovano lo specchio in due occasioni. All’87’ Arrigoni chiama al grande intervento Van der want, ma il portiere olandese non può nulla sull’angolo successivo e la deviazione da due passi di Cesarini che regala il vantaggio ai toscani. La reazione dei Bianchi è affidata al tiro di Vallocchia intercettato da Contini che blinda il successo senese.

 

Siena-Olbia 1-0 | 34ª giornata di Serie C Girone A – Stadio A.Franchi 

Siena:  Contini; Esposito, Rossi, D’Ambrosio, Imperiale (77′ Zanon); Sbrissa (57′ Guberti), Arrigoni, Gerli; Vassallo (64′ Cesarini); Gliozzi (77′ Cianci), Fabbro (64′ Bulevardi). A disposizione: Melgrati, Gorini, Romagnoli, Pedrelli, Varga, Cristiani,  Aramu. Allenatore: Michele Mignani

Olbia: Van Der Want; Pisano, Iotti, Bellodi (62′ Pinna), Cotali; Vallocchia, Muroni, Caligara (55′ Pennington); Biancu (76′ Ceter); Ragatzu (76′ Peralta), Ogunseye. A disposizione: Marson, Romboli, Dalla Bernardina, Pitzalis, Belloni, Gemmi, Maffei. Allenatore: Michele Filippi

Arbitro: Michele Giordano di Novara

Marcatori: 87′ Cesarini

Ammoniti: Vassallo (S), Ceter (O), Cesarini (S)

A mani vuote anche l’Arzachena battuta dalla vice-capolista Piacenza al Biagio Pirina: decide il rigore trasformato da Ferrari al 73′.

Poche emozioni nel primo tempo con le squadre che giocano per lo più a centrocampo: solo tre occasioni degne di nota con Casini che calcia alto di poco da fuori per gli smeraldini, mentre gli emiliani si fanno pericolosi con la girata di poco a lato di Ferrari e un diagonale di Barlocco ribattuto con i piedi da Pini in chiusura dei primi 45′. Nel secondo tempo subito un brivido per i tifosi di casa con la clamorosa punizione di Corradi che si infrange sulla traversa. La gara si trascina senza particolare sussulti fino al 72′, quando Danese entra in scivolata su Barlocco: l’arbitro fischia il calcio di rigore e dal dischetto Ferrari non sbaglia. Al 78′ Perez spreca un’ottima chance per raddoppiare calciando su Pini in uscita dopo un clamoroso buco di Baldan. L’ARzachena non si fa mai pericolosa dalle parti di Fumagalli e il Piacenza non ha problemi a portare via i tre punti dalla Sardegna.

Arzachena-Piacenza 0-1 | 34ª giornata di Serie C Girone A – Stadio B.Pirina 

Arzachena: Pini; Pandolfi, Moi (67′ Danese), Baldan, Bonacquisti; Casini, Manca (73′ La Rosa), Nuvoli (77′ Taufer); A. Gatto (73′ Sanna); Cecconi, Ruzzittu. A disposizione: Carta, Ruzittu, Casula, Lolli, Onofri, Porcheddu. Allenatore: Mauro Giorico.

Piacenza: Fumagalli; Silva, Bertoncini, Barlocco; Corradi, Porcari, Nicco (80′ Cauz), Della Latta; Di Molfetta, Ferrari (80′ Sestu), Terrani (66′ Perez). A disposizione: Calore, Calzetta, Sylla, Corazza, Mulas, Bachini, Marotta, Corsinelli. Allenatore: Arnaldo Franzini.
Arbitro: Giovanni Nicoletti di Catanzaro

Ammoniti: Terrani (P), Moi (A), Ferrari (P)

 

 

 

 

TAG:  Serie C