Fabio Aru nel ritiro del Team Emirates a Benidorm

Stop forzato alle corse per Fabio Aru

L’emergenza coronavirus causa disagi anche al ciclismo.

Il decreto legge straordinario approvato nella serata del 4 marzo ha portato al rinvio del GP di Larciano e della Strade Bianche, con probabile spostamento anche di Tirreno-Adriatico e Milano-Sanremo: cambia radicalmente anche il calendario di Fabio Aru che avrebbe dovuto partecipare alla corsa in linea toscana con la maglia della selezione italiana e alla “corsa dei due mari” con la UAE Emirates.

Il team emiratino ha inoltre comunicato la sospensione dell’attività agonistica per le corse Paris-Nice, Tirreno-Adriatico e Milano Sanremo per fronteggiare l’emergenza sanitaria con una quarantena volontaria: non si ha ancora la certezza, ma uno o più corridori della squadra potrebbe aver infatti contratto il coronavirus (si parla del colombiano Gaviria). Ecco quindi che il calendario del sardo, così per come altri big del ciclismo come Nibali che sarà alla Parigi-Nizza, è costretto allo stravolgimento: il villacidrese lontano dalle gare dal Tour of Colombia, potrebbe quindi partecipare ad altre gare inizialmente non in programma (Volta a Catalunya o Paesi Baschi?), ma tutto dipenderà dalla situazione sanitaria globale.

Matteo Porcu

TAG:

Fabio Aru

avatar
500