agenzia-garau-centotrentuno
Joao Pedro durante la prima amichevole del Cagliari | Foto Gianluca Zuddas

Tira e molla Joao Pedro: nelle prossime ore nuovo incontro con il Galatasaray

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares
signorino
sardares

Tira e molla è stato un programma televisivo andato in onda tra il 1996 e il 1998 su Canale 5 che ha appassionato tantissimi bambini nati tra la fine degli anni Ottanta e i primi anni Novanta. Chissà se nel suo Brasile Joao Pedro è cresciuto guardando una trasmissione simile a quella dei suoi coetanei italiani. Quello che è certo è che da quando è in Sardegna ogni estate è un continuo tira e molla per il futuro di Joao Pedro. Da sempre il numero 10 è al centro delle voci di mercato rossoblù, dai malumori dei primi anni all’Atalanta di qualche stagione fa fino ad arrivare alla proposta recente e faraonica dell’Atlanta e poi agli ultimi mesi condizionati dalla retrocessione e dall’interesse prima del Torino e poi, in maniera più concreta, del Galatasaray.

Momento

Va o rimane. Sì o no, due sole parole, tra le prime che si imparano da bambini, che però possono stravolgere piani, progetti e rifondazione del Cagliari per la prima annata in Serie B dopo 6 campionati. Joao, da capitano e leader silenzioso, è l’ago della fin qui imprecisa bilancia rossoblù. Scegliere non è facile, per una questione economica, per una questione familiare e perché lo stesso giocatore balla tra i sentimenti forti e i legami saldi che lo tengono ancorato alla Sardegna e l’ambizione di chiudere la carriera in una piazza importante e magari con la possibilità di una ribalta internazionale che Cagliari nell’immediato futuro non può offrire. Specie dopo la sfortunata toccata e fuga con la Nazionale di Roberto Mancini.

Scenario

Il Galatasaray al momento è la squadra più avanti nelle trattative con l’attaccante di Ipatinga, un accordo di massima con il giocatore c’è ma manca la stretta di mano con il club sardo, ballano circa due milioni tra la richiesta (7) e l’offerta (5). In più nelle ultime ore le alte richieste dell’entourage del giocatore nell’affare hanno irrigidito il club turco, anch’esso impegnato in una profonda estate di rivoluzione dopo l’ultimo deludente tredicesimo posto nella massima divisione turca. Il microfono per riaprire il dialogo ora è nelle mani di Marco Piccioli, l’agente di Joao Pedro che con il gioco a ribasso alla voce commissioni potrebbe permettere all’asse Cagliari-Galatasaray di tornare caldo dopo un netto stallo della trattativa. E infatti per domani, 14 luglio, è atteso un nuovo incontro tra l’agente e i rappresentanti della squadra turca, per capire quali margini possano esserci per trovare una quadra definitiva. In caso di riscontro positivo il Galatasaray potrebbe trovarsi con il Cagliari anche a metà strada, ossia quei 6 milioni più bonus che potrebbero accontentare entrambe le parti. Intanto però Piccioli nelle prossime ore potrebbe sedersi al tavolo anche con un altro club, i greci del Panathinaikos. Magari si tratta di una semplice mossa per provare a far accelerare il Galatasaray, ma nel tira e molla condotto da Joao Pedro per la televisione a colori rosso e blu è lecito aspettarsi di tutto.

Matteo Zizola

Notifiche
Avvisami se ci sono
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti