agenzia-garau-centotrentuno
oppo-ruta-canottaggio

Tokyo 2020, anche Stefano Oppo ricevuto dal Presidente della Repubblica Mattarella

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

A tre mesi esatti dalla consegna ufficiale del Tricolore il canottiere oristanese, medaglia di bronzo a Tokyo, Stefano Oppo è tornato ieri, giovedì 23 settembre 2021, nella casa degli italiani, il Quirinale, per incontrare insieme agli altri medagliati olimpici il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e il Premier Mario Draghi. Riconsegnato il Tricolore e consegnata a tutti la medaglia d’argento commemorativa delle Olimpiadi.

La giornata. La giornata è iniziata con un trionfale giro su pullman scoperti lungo le vie della città eterna per salutare – ovviamente da distanza – tutte le persone, accorse apposta per l’occasione, e con destinazione Stadio dei Marmi, dove è stata scattata una foto ricordo tutti insieme. Intorno alle ore 16:00 tutti gli atleti si sono diretti al Palazzo del Quirinale dove, dopo aver scattato diversi selfie, hanno autografato il Tricolore che nello stesso luogo due mesi prima era stato
consegnato ai Portabandiera e che è stato portato a Tokyo; il Tricolore poi alcune ore dopo è stato riconsegnato al Presidente Mattarella dagli Alfieri. Alle ore 18:00 è poi iniziata la Cerimonia, aperta ufficialmente dall’esecuzione del nostro Inno da parte della Banda Interforze e dalla proiezione di un emozionante video intitolato Tokyo 2020 che riassume le straordinarie medaglie vinte dall’Italia nella spedizione di Tokyo.
Durante la Cerimonia hanno preso la parola il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, il Presidente del Comitato Paralimpico, Luca Pancalli, e la Sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio, Valentina Vezzali. È poi intervenuto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha espresso tutto il suo orgoglio per i risultati dei ragazzi. “Avete emozionato gli italiani. Vi sono momenti in cui lo sport assume significati più ampi. Il nostro Paese è in ripresa, si è sentito rappresentato, si è sentito coinvolto da voi. […] siete stati squadra, avete dimostrato amicizia e integrazione tra di voi, e avete sollecitato attenzione allo sport e a praticare lo sport” ha dichiarato durante il suo discorso Mattarella. I 109 atleti olimpici e paralimpici dopo la foto di rito con il Presidente nei magnifici Giardini del Quirinale sono arrivati a Palazzo Chigi per incontrare il Premier Mario Draghi. “La gioia e l’orgoglio per i vostri successi è enorme. Avete superato le aspettative di tutti gli italiani. Ci avete fatto vivere momenti che ricorderemo molto a lungo. Spesso quando parliamo di futuro è facile perdersi in concetti astratti. Qui vedo la generazione che vuole cambiare l’Italia. E che, ne sono
certo, ci riuscirà. Siete simboli di integrazione e di superamento delle barriere”.

Oppo e gli altri sardi. La giornata è stata anche un’occasione per l’atleta oristanese di rincontrare gli altri atleti sardi, Filippo Tortu e Lorenzo Patta, compagni di avventura in Giappone. “Per me è stato un grande onore ritornare al Quirinale ospiti del Presidente della Repubblica e a Palazzo Chigi ospiti del Presidente del Consiglio. È stato bellissimo ricevere la bandiera il 23 giugno ma riconsegnarla qualche mese dopo, con gli altri atleti medagliati Olimpici e Paralimpici, e
soprattutto con questa medaglia tanto sognata al collo è stato veramente emozionante. Spero di aver fatto emozionare e vivere il mio sogno alla mia terra che mi ha sempre supportato in tutte le spedizioni in giro per il mondo. Sono contento di essere qui oggi con i miei conterranei perché vuol dire che abbiamo portato in alto la nostra Sardegna. E ora lo sguardo va a Parigi perché abbiamo ancora qualcosa da dire e ce la metteremo tutta per farci sentire” ha dichiarato il canottiere Stefano Oppo.

La Redazione | Fonte Comunicato Stampa

TAG:  Altri Sport
 

Al bar dello sport

1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti