Luca Cigarini in azione contro la Spal

Zaza riprende il Cagliari, a Torino è 1-1

Finisce in parità lo scontro tra Cagliari e Torino.

Il Cagliari, che avrebbe meritato qualcosa di più, non riesce a domare un Toro ferito e spesso disorientato, sorretto soprattutto dall’orgoglio. Al gol di Nandez la risposta di Zaza. Se da un lato rimane la delusione per non essere riusciti a portare a casa i tre punti, gli uomini di Maran escono dall’Olimpico con la consapevolezza di aver giocato un’ottima partita, sia per gioco che a livello caratteriale. Il pareggio con i granata vale il settimo risultato consecutivo e in attesa delle partite serali (Roma-Milan e Fiorentina-Lazio) i rossoblù mantengono la quinta posizione, rimanendo a meno 2 dal Napoli, quarto in classifica, bloccato a Ferrara dalla Spal. Adesso testa al Bologna per continuare a sognare.

LA CRONACA – Nandez ritrova il posto da titolare e Ionita sostituisce Rog, con Nainggolan confermato sulla trequarti e Faragò nel ruolo di terzino destro. Mazzarri invece ripesca dal mazzo di carte Iago Falque e lo inserisce al posto di Verdi. Fino al primo quarto d’ora a fare il gioco è il Toro che arriva dalle parti di Olsen prima con Iago Falque e poi con Baselli. La prima azione offensiva dei rossoblù arriva al 15’, con Joao Pedro anticipato da Didji poco prima di concludere. Il brasiliano si rende ancora pericoloso al 19’ concludendo di poco a lato su assist al bacio di Faragò. Con il passare dei minuti il Cagliari cresce d’intensità e conquista il pallino del gioco. Al 36’ è il Torino a sprecare una grossa occasione: Belotti recupera un pallone su un disimpegno sbagliato di Ceppitelli, ma Olsen è perfetto nel chiudere lo specchio di porta. A passare in vantaggio è però il Cagliari con Nandez che sfrutta un controllo sbagliato di Simeone per incrociare il tiro e trafiggere Sirigu. La prima frazione si conclude fra i fischi del pubblico di fede granata.

Nella ripresa Mazzarri prova a cambiare l’inerzia della partita sostituendo un anonimo Iago Falque con Zaza. Nei primi minuti non sembra cambiare il copione con i rossoblù bravi e ordinati sia a respingere gli assalti del Toro che a riproporsi in avanti. Al 55’ Simeone impegna Sirigu con un gran tiro dalla distanza, ma il portiere di Siniscola è bravo a deviare in corner, poi il Cholito è ancora pericoloso al 65’ con un tiro deviato dalla retroguardia granata. Nel momento in cui il Torino sembra esser tramortito e il Cagliari nel pieno del gioco arriva il pareggio: al 69’ Zaza viene perso dalla retroguardia rossoblù e conclude indisturbato sull’assist di Belotti. Maran prova a ridisegnare il centrocampo togliendo prima un esausto Nandez per Castro e poi Nainggolan per Rog. Il Cagliari non rinuncia ad attaccare e si porta spesso dalle parti di Sirigu che neutralizza gli assalti rossoblù, come all’87’ quando è determinante nel negare il gol a Pellegrini con un tirocross deviato leggermente da De Silvestri. Mercoledì alla Sardegna Arena arriva il Bologna, oggi vincente con la Sampdoria.

Matteo Piano

Torino – Cagliari 1-1
Torino: Sirigu, Izzo, Nkoulou, Djidji (59’Verdi), De Silvestri, Baselli, Rincon, Ola Aina (78’ Laxalt) Iago Falque (46’ Zaza), Ansaldi, Belotti. A disposizione: Ujkani, Rosati, Lyanco, Lukic, Edera, Millico, Meite, Bremer. Allenatore: Walter Mazzarri

Cagliari: Olsen; Faragò, Pisacane, Ceppitelli (82’ Klavan), Pellegrini; Nandez (74’ Castro), Cigarini, Ionita, Nainggolan (80’ Rog), Joao Pedro, Simeone. A disposizione: Rafael, Aresti, Pinna, Mattiello, Cerri, Birsa, Oliva, Deiola, Walukiewicz. Allenatore: Rolando Maran.

Arbitro: Fabbri di Ravenna

Marcatori: 40’Nandez (C), 69’Zaza (T)

Ammoniti: 56’ Nainggolan, 67’Ansaldi, 73’ Ceppitelli, 78’Cigarini, 90’Rincon