Torres-Genoa, nasce la collaborazione. Milani: “Grazie Sassari”

La società di via Coradduzza ufficializza la nuova partnership con il Grifone genovese, con un occhio soprattutto al settore giovanile. Intanto l’ex numero 10 rossoblù ha voluto salutare compagni e tifosi con il rammarico per non aver potuto finire la stagione proprio sul più bello.

Così la Torres su Instagram: “Nasce oggi una collaborazione storica tra i due club. La Società più antica d’Italia, 1893, quella più antica della Sardegna, 1903, due città unite dalla storia, gli stessi colori. Oggi a Genova il presidente della Torres Salvatore Sechi ha incontrato i dirigenti del Genoa, il responsabile Settore giovanile Michele Sbravati, il responsabile organizzativo Genoa Soccer Emanuele Crespi e il responsabile Scouting Genoa Soccer Academy Marco Maselli, per dare avvio ad una collaborazione sportiva tra i due club che si declinerà su più livelli: dal Settore giovanile e Scuola Calcio “Accademia Torres” alla prima squadra. Per questa speciale occasione è stato presente anche mister Giovanni Muroni, decano degli allenatori sardi che ha voluto salutare la Torres, squadra della sua terra, ospite nella struttura sportiva del club ligure”.

Il saluto di Milani all’ambiente rossoblù

Così invece Simone Milani, che ha voluto salutare i tifosi della Torres e ringraziare la città che lo ha ospitato durante la scorsa stagione sulla propria bacheca Facebook: “Grazie Sassari. Le storie belle purtroppo non hanno mai un finale bello. Ringrazio la società per avermi dato la possibilità di vestire una maglia importante come quella della Torres, ma soprattutto ringrazio il mister, Marco Mariotti, che aveva creato un ciclo importante per questa società, forse finito troppo presto. Lo ringrazio per avermi dato la possibilità di indossare la maglia numero 10. Ringrazio i miei compagni gli altri artefici di questo cammino, che ci stava regalando qualcosa di straordinario. Ringrazio Giacomo De Martis, un capitano vero, ma non c’è bisogno che dica altro perché chi conosce queste persone, sa bene che sto parlando di uomini veri. E poi ringrazio i tifosi, quelli veri. Quelli che mettono davanti l’amore della Torres, più di tutto il resto. Grazie di tutto. Vado via a testa alta, ma triste perché so che quello che stavamo facendo, stava diventando qualcosa di importante..”

TAG:
 Serie D

AL BAR DELLO SPORT

guest
1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Stefano
Stefano
24/06/2020 21:50

Ahahahahha si riesce a collaborare con il Genoa e non si riesce a collaborare con il Latte Dolce e con i suoi dirigenti, certo che il calcio a Sassari a certi livelli non si può davvero fare, semmu avveru impiccababbu,,