Torres, non basta l’orgoglio: il Pineto passa ai rigori

Partita pirotecnica al Vanni Sanna, con i rossoblù che escono dalla Coppa Italia cedono soltanto ai rigori contro gli abruzzesi guidati in attacco dall’ex Sarritzu.

Prima il doppio svantaggio, poi la reazione da grande squadra fino al clamoroso 3-2 e l’ingenuità che permette al Pineto di pareggiare e portare la sfida ai rigori, dove sono pesanti gli errori di Masala (capitano di giornata) e del baby Pinna. La Torres esce dalla Coppa Italia di Serie D dopo una gara gagliarda, ma con qualcosa da recriminare sulla gestione del match: non bastano i cambi di Mariotti, “tradito” dalla poca precisione dal dischetto dei suoi.

LA CRONACA – Mariotti ripropone Guarino e Milani, squalificati contro l’Arzachena, affidando il ruolo di centravanti al giovane Alessio Virdis, classe 2000, con il 2001 Pintori a centrocampo. L’avvio del match è tutto del grande ex, Stefano Sarritzu, un anno fa trascinatore nella salvezza rossoblù, ma Vagge è attento come sulla conclusione di Cissè. Il primo squillo dei padroni di casa arriva al 18′ con il solito Milani, ma il suo tiro dall’interno dell’area viene messo in corner. Ma al 25′ passa il Pineto: azione sugli sviluppi di calcio d’angolo, con Pepe che con un rasoterra mette alle spalle di Vagge. Ma il peggio deve ancora venire, perché al 28′ gli ospiti raddoppiano con Ciarcelluti, che sfrutta la respinta del numero uno rossoblù sul tiro di Orlando. Milani è l’unica luce tra i suoi, ma l’ex Castiadas non riesce a lasciare il segno in zona gol, a differenza dei turni precedenti.

Nella ripresa Mariotti al 55′ opta per il triplo cambio: fuori Virdis, Santarelli e Pintori per Sartor, Pisanu e Samuele Pinna. Mossa che paga quasi subito, dato che al 63′ è proprio quest’ultimo a riaprire i giochi, trovando il giusto anticipo sul diretto marcatore e spedendo il pallone all’angolino. Il gol segnato ridesta i rossoblù, che però al 68′ devono rinunciare all’infortunato Russu, con Viale che ne prende il posto e, soprattutto, firma poco dopo il 2-2: cross velenoso del neoentrato che diventa un tiro imparabile per il portiere ospite Remo Amadio. Ma il capolavoro di Mariotti non è finito, perché al 78′ è l’argentino Sartor a firmare il clamoroso sorpasso, siglando il 3-2. Le emozioni, però, non sono finite perché al minuto 83′ arriva il 3-3 di Orlando, che colpisce di testa su azione da calcio d’angolo. I 5′ di recupero servono solo per due ammonizioni (a D’Angelo e Milani) e per il forcing finale della Torres, che colleziona però solo calci d’angolo. Il triplice fischio dell’arbitro Di Francesco porta le due squadre ai calci di rigore dove sono decisivi gli errori di Masala e Pinna, mentre il Pineto non sbaglia mai.

Finisce così l’avventura in Coppa della Torres, dopo un cammino più che positivo: ora i rossoblù si potranno concentrare esclusivamente sul campionato, dove finora hanno avuto un buon rendimento (una sola sconfitta, nel derby contro il Latte Dolce), ma con qualche punto di troppo perso per strada.

IL TABELLINO: Torres-Pineto 5-7 (dcr)

MARCATORI: 25′ Pepe (P), 28′ Ciarcelluti (P), 63′ S.Pinna (T), 75′ Viale (T), 78′ Sartor (T), 83′ Orlando (P)

RIGORI: Amadio (P) gol; Sartor (T) gol; Palumbo (P) gol; Milani (T) gol; Pepe (P) gol; Masala (T) alto; Aquadro (P) gol; S.Pinna (T) parato.

Torres: Vagge, Russu (68′ Viale), Ruiu, Santarelli (55′ Pisanu), Guarino, R. Pinna (73′ Congiu), Pintori (55′ S.Pinna), Masala, Virdis (55′ Sartor), Milani, Bianco. A disposizione: Colombo, Lucarelli, Fadda. Allenatore: Marco Mariotti

Pineto: R.Amadio, Cissé, S.Amadio, Pepe, Bianciardi (64′ Aquadro), Ciarcelluti (87′ Palumbo), Marini, Camplone (75′ D’Angelo), Orlando, Massa (66′ Di Giovacchino), Sarritzu (85′ Alessandro). A disposizione: Shiba, Speranza, Perini, Pierpaoli. Allenatore: Paolo Rachini

Arbitro: Di Francesco di Ostia

Ammoniti: S.Amadio (P), R.Amadio (P), D’Angelo (P), Milani (T).

Sponsorizzati