Tour de France, Aru rompe e perde terreno

Esaltamte terza tappa del Tour de France che ha sancito il colpo doppio di Julian Alaphilippe (Deceunick-Quickstep) che ha conquistato il successo di giornata e la maglia gialla.

Frazione sfortunata per Fabio Aru che ha perso dal gruppo dei migliori quasi 1′ a causa di un problema al cambio della bici in uno dei momenti delicati della corsa a 5 chilometri dall’arrivo, quando il gruppo era in piena bagarre: come ha poi spiegato la UAE Team Emirates in una nota, il corridore sardo ha dovuto pedalare per un po’ su una bici che gli è stata fornita dall’assistenza neutra di gara prima di essere raggiunto dall’ammiraglia, che gli ha passato la bici di scorta. Il villacidrese fino a quel momento si trovava nello scarno plotoncino dei big che ha concluso alle spalle del francese. Il numero 1 del ranking UCI ha salutato la compagnia sulla penultima delle cinque cote in programma che hanno infiammato la corsa, raggiungendo e superando l’unico sopravvissuto degli attaccanti del mattino Tim Wellens: alle sue spalle è giunto il gruppo principale regolato da Matthews (Sunweb) sui belgi Stuyven (TREK) e Van Avermaet (CCC). L’ex maglia gialla Teunissen si è staccata sin dalle prime difficoltà e ha lasciato il simbolo del primato ad Alaphilppe che ora comanda su Van Aert e Kruijswijk. Il sardo (oggi 61° all’arrivo di Epernay) in classifica generale si trova a 2’19” dal leader in 58ª posizione. Martedì 9 luglio tappa sulla carta dedicata ai velocisti, ma la Cote de Maron (3,2 km al 5% medio) posta a una quindicina di km dal traguardo potrebbe stimolare qualche attacco.

 

TAGS:

Sponsorizzati