agenzia-garau-centotrentuno

Tour de Suisse, Top10 per Fabio Aru sul San Gottardo

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Altro finale in salita al Tour de Suisse con la settima tappa che ha proposto l’arrivo agli oltre 2000 metri del San Gottardo.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

È arrivata un’altra Top10 per Fabio Aru che ha disputato un’altra frazione in difesa, con l’obiettivo principale di testare le proprie condizioni fisiche: il villacidrese è andato leggermente in difficoltà ai -3 dalla vetta, staccandosi dal gruppettino dei migliori ma senza mai crollare e,anzi, rimontando nel finale. Alla fine è giunta una prestigiosa decima piazza assoluta a soli 1’03” dal colombiano Bernal.

La cronaca: La fuga del mattino è stata controllata dal gruppo tirato dagli uomini della INEOS del leader Bernal: il plotone principale ha accelerato ulteriormente l’andatura vanificando ogni speranza di successo degli attaccanti, andando a riprenderli progressivamente nelle prime rampe della salita del San Gottardo. L’ultimo ad arrendersi è stato lo svizzero Frank a circa 5 km dalla vetta; lo spagnolo Mas ha provato lo scatto subito dopo, venendo raggiunto e superato poi da Bernal che si è involato al traguardo per conquistare la tappa e blindare la propria maglia oro. Al secondo posto si è piazzato Domenico Pozzovivo (Bahrain) che ha preceduto il compagno di squadra Rohann Dennis. Il Cavaliere dei Quatrro Mori ha sprintato nel finale per conquistare una migliore posizione nel proprio plotoncino, arrivando alle spalle del solo Kamna (Team Sunweb)a 1’03” dal vincitore di giornata: ora la classifica generale vede sempre Bernal leader e il sardo salire in ottava posizione staccato di 2’20”. “Un’altra buona prestazione, tutto il lavoro che sto facendo qua me lo ritroverò più avanti- ha dichiarato al termine della tappa Aru-. Ora sono nei primi dieci in classifica e non posso che essere contento. Oggi è stata una tappa lunga e ho risposto bene anche se non è stato facile interpretare i tratti di pavè in salita. Ora rimangono due importanti tappe, a cominciare dalla cronometro individuale di domani dove voglio testarmi a fondo”.

Sabato 22 giugno il penultimo giorno di corsa con la cronometro totalmente piatta di Goms di 19,2 km.

TAG:  Fabio Aru