agenzia-garau-centotrentuno

TRACOLLO CAGLIARI

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

I gol di Locatelli e Babacar nel primo tempo condannano il Cagliari di Rolando Maran.

Disastro Cagliari a Reggio Emilia, dove Locatelli, Babacar e Matri danno il 3-0 al Sassuolo contro una squadra impalpabile giunta ad un ruolino da 4 sconfitte, 5 pareggi e 1 vittoria nelle ultime dieci gare. Gioco inesistente, tanti errori e fragilità per il gruppo di Maran, in rottura prolungata e in declino tanto da rendere la faccia di Giulini in tribuna simile a quella dei giorni peggiori. Servono riflessioni e interventi sul mercato, da qui a giovedì.

LE FORMAZIONI – De Zerbi con Locatelli (vecchio pallino del mercato cagliaritano) in mediana assieme a Magnanelli e Bourabia; davanti Berardi-Babacar-Djuricic. Maran privo anche di Bradaric (si ferma nel riscaldamento dopo precedenti acciacchi) oltre a Sau, Cerri, Andreolli, Klavan e Castro. In difesa torna Lykogiannis a sinistra, il resto è la stessa formazione vista contro l’Empoli.

PRIMO TEMPO – Il Cagliari parte in modo incoraggiante, collezionando tiri dalla bandierina, ma poco prima del quarto d’ora Cragno sbaglia la parata sul tiro dalla distanza e Locatelli trova il tap-in vincente da dentro l’area piccola. La reazione del Cagliari è inesistente, di fatto non tira mai in porta, non andando mai oltre calci d’angolo e potenziali opportunità fermate dalla difesa. Cragno salva in uscita disperata su Babacar (deviazione sotto porta), poi Barella (ammonito e squalificato) commette fallo da dietro e dà una punizione che Bourabia dal limite non sfrutta. Nel finale di tempo il patatrac per il Cagliari: fallo di Srna (sgambetto) su Djuricic, Irrati va al VAR e non ha dubbi sulla concessione del rigore. Babacar lascia fermo Cragno e manda tutti al riposo sul 2-0.

SECONDO TEMPO – Buio pesto per Maran, che toglie Lykogiannis (a lungo invocato e rimpianto, nelle scorse settimane) per Farias, mettendo Faragò terzino sinistro e Ionita mediano, con Joao Pedro trequartista. La supremazia del Cagliari è sterile, anche se i rossoblù non creano granché, a parte un tiro alto di Joao Pedro e un altro di Birsa (dentro all’ora di gioco per Cigarini), con grande generosità ma poche idee. Il Sassuolo rimane lì pronto a sfruttare spazi, e infatti Boga in transizione si accentra e col destro calcia fuori di poco, al 75′. Maran risponde ai cambi di De Zerbi (dentro Matri e Duncan) con Padoin per Srna, al fine di sistemare la difesa. La sentenza arriva all’87’ ed è per mano dell’ex di turno: Alessandro Matri che sotto porta butta dentro l’assist di Duncan da destra.

Tabellino
Sassuolo-Cagliari 3-0
Reti: 
9′ Locatelli (S), 45’+3′ Babacar rig. (S), 87′ Matri (C)
Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Magnani, Peluso, Rogerio; Locatelli, Magnanelli (dal 75′ Duncan), Bourabia; Berardi, Babacar (dal 70′ Matri), Djuricic (dal 65′ Boga). A disposizione: Satalino, Pegolo, Lemos, Scamacca, Ferrari, Di Francesco, Dell’Orco, Adjapong, Brignola. Allenatore: Roberto De Zerbi.
Cagliari (4-3-1-2): Cragno; Srna (dal 77′ Padoin), Ceppitelli, Pisacane, Lykogiannis (dal 46′ Farias); Faragò, Cigarini (dal 64′ Birsa), Ionita; Barella; Joao Pedro, Pavoletti. A disposizione: Aresti, Rafael, Pajac, Romagna, Bradaric, Deiola, Lella, Verde. Allenatore: Rolando Maran.
Arbitro: Irrati di Pistoia
Note: ammoniti Barella (C), Peluso (S)