Trastevere-Latte Dolce, si scaldano gli animi

Botta e risposta su Facebook tra Trastevere Calcio e Latte Dolce, con accuse e risposte che accendono la sfida playoff proprio tra romani e sassaresi.

La stagione del Girone G della Serie D si è appena conclusa con uno strascico di polemiche. Se le tifoserie di Lanusei e Avellino sono ormai ai ferri corti, una nuova querelle è nata tra il Trastevere e le squadre sassaresi del girone, il Latte Dolce e la Torres.

Secondo la nota della compagine romana, le due sarde avrebbero chiesto agli avversari di spostare ingiustamente le partite giocate al Trastevere Stadium. “Mi pesa e farei volentieri a meno di scrivere questa nota ma credo sia doverosa questa puntualizzazione – si legge nella nota del presidente trasteverino Pier Luigi Betturri. Per la disputa della gara di ieri (domenica 5 maggio ndr) Trastevere – Sassari calcio Latte Dolce, fissata da calendario alle ore 15, i dirigenti della squadra gallurese, in settimana, ci hanno richiesto di posticipare l’inizio della partita stessa alle ore 16.30, asserendo difficoltà nel prenotare il volo aereo per il sabato ed, allo stesso tempo, di risparmiare viaggiando nella sola giornata della domenica. La nostra società, sebbene penalizzata dall’orario proposto, per via della contemporaneità con Genoa-Roma, evento che avrebbe allontanato molti spettatori dal Trastevere Stadium, generosamente e soprattutto sportivamente ha acconsentito di giocare alle 16.30 salvo sapere poi che il Sassari Latte Dolce ha soggiornato fin dal sabato nel miglior albergo della mondana Fregene, precisamente a La Conchiglia. Mi sarei aspettato oggi una precisazione o giustificazione da parte dei dirigenti sardi ma non è avvenuto nulla di tutto ciò. Stessa identica richiesta il 17 febbraio scorso da parte di una piagnucolante Torres Sassari costretta, a suo dire, a far alzare i propri calciatori alle 4 del mattino del giorno stesso della partita facendo ritorno in Sardegna sempre nella medesima giornata. Scoprimmo anche in quella circostanza che dal sabato antecedente la gara soggiornarono nell’elegantissimo Mancini Park Hotel. Neanche in quel caso uno straccio di scusa e ci riuscirono a sfilare anche i 3 punti a noi poveri, sciocchi e creduloni trasteverini…”. 

Per la cronaca, Trastevere e Sassari Latte Dolce si rincontreranno nella prima sfida dei playoff per il sogno Serie C nel prossimo weekend del 12 maggio.

Questa, invece, la piccata risposta di Roberto Fresu, presidente del Latte Dolce (anche questa pubblicata integralmente).

Chiamati in causa, ci esprimiamo in merito al post pubblicato in data odierna sulla pagina Facebook ufficiale del Trastevere calcio a firma Pier Luigi Betturri, presidente del club.

Oggetto del (loro) contendere la richiesta di posticipo dell’orario di inizio della partita di campionato di domenica scorsa – ultima giornata – programmata inizialmente per le ore 15 e quindi spostata alle 16.30 come concordato con la dirigenza del team avversario. Accortezza per cui il Sassari calcio Latte Dolce aveva ringraziato il direttore generale del Trastevere che, con massima disponibilità si era prestato sin da subito a venire incontro alla richiesta. Una richiesta, non certo un capriccio, originata dalla indisponibilità del vettore aereo a svolgere tratte di collegamento fra l’isola e la penisola agli orari a noi utili e da noi solitamente richiesti.Questo perché, probabilmente, il presidente Betturri non sa che volare dalla Sardegna, a differenza delle altre località della penisola, Roma in primis, presenta difficoltà evidenti e ulteriori che difficilmente si possono superare.
Vero è che probabilmente il presidente Betturri non sa che sino a 15 giorni fa sulla tratta Roma-Alghero volava il vettore Blue Air, con cui come d’uopo erano state effettuate, per tempo, tutte le operazioni di prenotazione per le gare dell’intero campionato. Nello specifico, a volte, la squadra ha viaggiato da Olbia con il gruppo suddiviso in due parti, come accaduto proprio in occasione della gara di domenica scorsa in trasferta contro il Trastevere. Probabilmente il presidente Betturri non sa che oggi su Olbia – aeroporto che da sempre è stato base Meridiana, poi diventata Air Italy – vola Alitalia così come stabilito dalle regole della nuova continuità territoriale: ciò ha creato enormi problemi e disservizi a quanti, come noi, avevano fatto le prenotazioni con Air Italy e si sono ritrovati senza i posti prenotati.

I fatti: in occasione di quest’ultima prenotazione, effettuata con Alitalia, la stessa è stata inizialmente accettata (tratta Alghero–Roma, domenica 6 maggio ore 12.50) quindi cancellata costringendo la società ad effettuare il viaggio, sempre su vettore Alitalia, ma con il gruppo in partenza diviso fra Alghero e Olbia. Questo perché sul volo delle ore 7 della domenica mattina per Roma non c’era nessun posto disponibile. Disservizi e ritardi, che come riportato dagli organi di stampa, hanno ritardato anche la partenza della Dinamo basket e l’arrivo dell’Atletico (avversario della Torres) a Sassari, con conseguente ritardo nell’inizio della gara di campionato.
Tornando all’iniziale richiesta, una volta fissato l’inizio della gara alle ore 16.30 con successiva ratifica e comunicazione da parte della Lega, non si poteva più tornare indietro: le sopra citate contingenze ci hanno infatti costretto a rivedere il programma della trasferta e a prenotare all’ultimo momento presso l’hotel indicato con così solerte attenzione dal presidente Betturri. Cose che capitano, verrebbe da dire, e che non riteniamo abbiano in alcun modo inficiato il regolare svolgersi del match. Le rimostranze effettuate a mezzo Facebook dal massimo dirigente del Trastevere ci colgono di sorpresa anche perché ieri, allo stadio, erano presenti il nostro direttore generale e il nostro team manager cui nessuno della società laziale ha chiesto spiegazioni a riguardo o chiesto lumi inerenti la questione.
Altro è il voler costruire un castello di carta a pochi giorni dalla sfida play-off, utile all’alimentare polemiche sterili che lasciano il tempo che trovano lamentandosi a sragione dei comportamenti delle squadre sassaresi, non galluresi come riportato erroneamente nel post. Ciò detto, il Sassari calcio Latte Dolce prende atto della situazione e delle dichiarazioni riportate sulla pagina ufficiale del club, sottolineando che non è nello stile e nell’interesse della società dare adito a questo tipo di atteggiamenti. Parliamo di sport, parliamo di calcio, giochiamo a calcio e non ci preoccupiamo certo di fare indagini mirate allo scoprire dove alloggiano le squadre avversarie al loro arrivo in Sardegna”.

Roberto Fresu
Presidente Sassari calcio Latte Dolce

Sponsorizzati