Jason Burnell | Foto Luigi Canu

Trento ha un’altra energia, sconfitta per la Dinamo Sassari

Amara e pesante sconfitta per la Dinamo Sassari sul campo della Dolomiti Energia Trento: un parquet che si è confermato maledetto per il Banco di Sardegna che ha ceduto 92-78 alla squadra allenata da Nicola Brienza. Un successo mai in discussione quello dell’Aquila che ha impresso un’intensità altissima alla sua difesa e, complici le percentuali basse della Dinamo, ha trovato vita facile in uno degli anticipi del sabato della 7ª giornata della Serie A.

La cronaca: Il Poz conferma l’anomalo quintetto base con Devecchi dalla palla a due: inizio caratterizzato da polveri bagnate con appena 2 punti in 5′ biancoblú e Pozzecco costretto al timeout sul 9-2 realizzato in avvicinamento da Martin. Devecchi sblocca dall’arco, Bendzius fa 1/2 ai liberi dopo una rubata e Spissu pareggia i conti a quota 9 dai 6,75. Si rivede in campo anche Gentile che serve l’assist per il sorpasso di Burnell, ma il finale quarto è tutto di marca trentina per il 17-13 che chiude i primi 10′. Sassari riparte forte dopo il mini-intervallo, ma Sanders imbastisce un nuovo parziale di 5-0 che costringe alla nuova sospensione il coach ospite: Bendzius mette due triple di fila, risponde Morgan con la stessa arma e riallarga la forbice tra le due squadre. Il numero 11 e il lituano dominano nella metà campo offensive con i padroni di casa che raggiungono 13 punti di vantaggio sulla rubata di Sanders all’intervallo.

Al rientro dagli spogliatoi il Banco si affida a Bilan, 7 punti di fila del croato riportano sotto la doppia cifra lo svantaggio: Forray e Browne non tremano e rispondono per le rime con un controparziale che riallontana la Dinamo dagli avversari fino al -17 sulla tripla di Maye. Trento ha un’altra energia, la squadra di Pozzecco precipita a -26 sulla schiacciata di Sanders che chiude il terzo quarto. La tripla di Maye che apre gli ultimi 10′ mette la parola fine a ogni speranza, già flebile, di rimonta; a punteggio ormai compromesso Sassari gioca con più fluidità, Trento alza un po’ il piede dall’acceleratore e recupera qualche punto, ma è ormai troppo tardi. Alla sirena finale è 92-78.

Matteo Porcu

Dolomiti Energia Trento-Dinamo Banco di Sardegna Sassari  92-78(17-13, 28-19, 30-17, 17-29)

Trento: Forray 11, Martin 8, Maye 13, Williams 15, Morgan 7, Ladurner, Sanders 23, Browne 15, Conti.

Sassari: Bilan 8, Bendzius 25, Burnell 18, Devecchi 11, Spissu 3, Gentile 5, Tillman 5, Gandini, Re 3, Sanna.

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti