agenzia-garau-centotrentuno
triathlon-arzachena-fitri-ballabio

Triathlon World Cup, ad Arzachena trionfi di Gomez-Islinger e Brownlee

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Una race adrenalinica e di livello olimpionico a Cannigione per la tappa italiana della World Triathlon Cup, quest’anno valida per il punteggio utile alla qualificazione ai giochi olimpici di Tokyo 2020.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

In un campo di gara ormai riconosciuto dal triathlon mondiale come sfidante e altamente competitivo, la sezione femminile ha visto al primo posto la tedesca Marlene Gomez-Islinger, che chiude in 01:00:51 e precede la svizzera Julie Derron che chiude con un tempo di 01:00:55. Completa il podio l’italiana Verena Steinhauser, terza con un tempo di 01:01:09. Giù dal podio, Carlotta Missaglia (Valdigne Triathlon), centra un’ottima nona posizione, suo miglior risultato in Coppa del Mondo; 17ma Luisa Iogna-Prat.

La sezione maschile vede sul podio il primo posto del britannico Jonathan Brownlee che taglia il traguardo in 54’48”, seguito dallo svizzero Adrien Briffod con un tempo di 54’52”, mentre sul gradino più basso del podio troviamo lo spagnolo Mario Mola con un tempo di 54’59”. Nella performance degli azzurri al maschile è top 20 per Alessandro Fabian 17° al traguardo con un tempo di 55’55”.
“Dopo il podio di stamattina, chiudiamo la giornata con una bella prova dei nostri uomini in una gara densa di campioni: dopo l’arrivo, Jonathan Brownlee mi ha detto ‘Presidente, questa è una Gara vera’ – dice Riccardo Giubilei, presidente della Federazione Italiana Triathlon – Dal punto di vista agonistico abbiamo aperto questa ultima parte di stagione verso i Giochi Olimpici nel migliore dei modi, ma non solo: oggi abbiamo assistito anche alla gara della ripartenza, un momento importante per la nostra comunità che non ha mai mollato, ma che vuole ripartire con forza dopo un anno complicato. E noi abbiamo mandato un segnale a tutta la nostra comunità, offrendo sul nostro sito la diretta integrale di questo importante evento che domani lascerà spazio ad una grande festa degli Age Group, il cuore pulsante del nostro movimento, in occasione del Triathlon Costa Smeralda che si preannuncia davvero
spettacolare. Infine, voglio ringraziare il segretario Arimany per le parole spese nei nostri confronti: non devo aggiungere nulla alle sue considerazioni che riempiono d’orgoglio me, il consiglio federale e la nostra Federazione, un altro importante segnale che testimonia quanto sia importante e proficuo il nostro lavoro di squadra”.

“È stata una giornata emozionante e all’insegna dello sport mondiale e olimpionico. Una conferma della vocazione outdoor della destinazione Sardegna – ha dichiarato Sandro Salerno, General Manager del Comitato Organizzatore Locale – Una piazza matura e consapevole dove tutti partecipano alla buona riuscita dell’evento. Un obiettivo sfidante e condiviso con il territorio che ci ha creduto e supportato aiutandoci a raggiungere un risultato del quale siamo felici che ci porta ad affermare senza timore d’essere smentiti che la kermesse del Triathlon è stata premiata dal grande successo riscosso. Chiudiamo questa edizione con la soddisfazione di avere accolto i grandi campioni provenienti da tutto il mondo, molti accompagnati dalle loro famiglie, dai quali abbiamo ricevuto feedback entusiastici perché amano competere in questi percorsi, al contempo suggestivi e altamente performanti. Domani si replica con il Triathlon Costa Smeralda, la gara dedicata agli Age Group.”

Anche il Presidente del Coni Giovanni Malagò ha voluto far sentire la sua voce in chiusura di una giornata importante per il triathlon italiano e internazionale: “Il podio di Verena ha un grande valore  tecnico e, al contempo, un alto significato simbolico perché celebra il successo dell’evento ospitato ad Arzachena, motivo di orgoglio per tutto il movimento. Questo terzo posto consolida le certezze in vista dei Giochi Olimpici, il modo migliore per continuare la marcia di avvicinamento a Tokyo. Complimenti alla Steinhauser e alla Federazione del presidente Giubilei: avanti così.”
“La gara di Arzachena è una tappa molto importante del circuito mondiale e senza dubbio vogliamo tornare qui a gareggiare – sottolinea Antonio Arimany, segretario generale di World Triathlon presente in Sardegna per assistere all’evento – L’organizzazione, la città di Arzachena e la Federazione Italiana Triathlon sono un esempio per tutti e insieme continueremo a lavorare per crescere ancora. Oggi l’Italia ha conquistato un podio nella gara femminile, un risultato fantastico per i colori italiani proprio nella gara di casa, mentre la prova maschile è stata davvero di livello assoluto. Questa gara è unica al mondo, tutti vogliono venire qui: non è una World Triathlon Championship Series, ma speriamo possa esserlo in futuro”.

La Redazione | Fonte : Comunicato Stampa

TAG:  Altri Sport
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti