Tris Dinamo Sassari, la bomba di Pusica gela Brindisi

Una battaglia: così si può definire la terza uscita stagionale in Supercoppa italiana della Dinamo Sassari che trova in Brindisi un avversario coriaceo domato solo all’ultimo possesso.

Pronti, via e abbiamo due notizie: Filip Kruslin parte in quintetto vista l’assenza di Gentile, ma soprattutto la sua mano è particolarmente calda. A dargli manforte c’è Miro Bilan, che prova subito a dettare la sua legge sotto le plance. Dall’altra parte sembra molto caldo Harrison, guardia Usa molto dinamica cui basta veramente poco per accendersi. Chi entra decisamente “acceso” è Pusica, bravo a farsi trovare pronto non appena coach Pozzecco lo chiama in causa. I pugliesi, tuttavia, sono una squadra caparbia e i ritmi sostenuti – che la Dinamo, forse colpevolmente, accetta – li favoriscono. Coach Vitucci sfrutta al massimo le rotazioni e i suoi non sembrano risentirne a livello fisico. Diversa, invece, la situazione per il Poz che, causa infortuni, è costretto a far ruotare sette giocatori. Nel secondo quarto Brindisi ne ha di più e chiude avanti 39-48.

Non sono solo i ritmi a mettere in crisi Sassari. Il bilancio dell’arco è decisamente negativo e il fatto che uno specialista come Bendzius sia ancora a secco dopo oltre metà partita ne è un chiaro segnale. A volte, però, basta una fiammata: a firmarla Marco Spissu – altra serata da incorniciare – e Kruslin. Colmato il gap e ripresa confidenza con le conclusioni dai 6 metri e 75, la partita torna una classica “punto a punto”. L’inizio del quarto periodo, tuttavia, è disastroso per il Banco che soffre la verticalità di Willis e Krubally e la ritrovata verve di Harrison. La Dinamo si trova costretta a chiudere senza il suo coach, espulso per doppio tecnico dopo aver reagito a un’esultanza esagerata di Bell dinnanzi alla panchina sassarese. Presto lo seguirà anche Bilan, fuori per cinque falli, e autore di un’ottima prestazione. La garra di Pusica e la ritrovata confidenza con il canestro di Burnell consentono alla Dinamo di lottare sino alla fine. Decisiva sarà una tripla di Pusica che oltre che grintoso si mostra freddissimo nel momento decisivo. Finisce 91-89 per il Banco.

Lello Stelletti

TABELLINO | Dinamo Banco di Sardegna Sassari- Happy Casa Brinidisi 91-89 (24-20, 11-18, 24-17, 28-24)

Sassari: Bilan 20, Bendzius 4, Burnell 15, Kruslin 14, Spissu 16, Pusica 22, Devecchi, Re, Gentile, Treier, Martis. Coach: Pozzecco

Brindisi: Bell 9, Krubally 11, Harrison 22, Visconti 6,  Udom 4, Thompson 14, Willis 11, Gaspardo 9, Guido, Cattapan, Zanelli, Perkins 3. Coach: Vitucci

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti