agenzia-garau-centotrentuno
joao pedro-cagliari-udinese-canu

UFFICIALE | Cagliari-Bologna, deciso l’orario

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

La Lega di Serie A ha ufficializzato la data della sfida tra i rossoblù di Mazzarri e i felsinei, inizialmente in programma domenica 9 gennaio alle 14.30.

21.00 – Martedì 11 gennaio alle 20.45: sono questi giorno e orario scelti per la sfida tra Cagliari e Bologna. Lo comunica la Lega di Serie A con il comunicato numero 130. Una domenica senza partita ma con una seduta di allenamento, dunque, per il gruppo di Mazzarri in vista del match di martedì sera. Per quanto riguarda i biglietti, il Cagliari fa sapere che “i titoli di accesso già acquistati resteranno validi, la vendita dei tagliandi ripartirà regolarmente domani mattina (domenica)”.

20.20 – Questa la nota diffusa dalla Lega di Serie A relativamente alla decisione di ridurre la capienza del pubblico a un massimo di 5 mila spettatori per le 22^ e 23^ giornate: “In considerazione della crescita esponenziale dei contagi degli ultimi giorni le Società di Serie A, riunitesi nel pomeriggio in Assemblea, hanno deliberato all’unanimità la riduzione della capienza degli stadi al limite massimo di 5 mila spettatori per tutte le gare delle proprie competizioni a partire dal 15 gennaio fino al 5 di febbraio, data di ritorno in campo dopo la sosta riservata alle nazionali. Si precisa che per questo periodo non verranno destinati biglietti al settore ospiti proprio per evitare il trasferimento dei tifosi da una città all’altra. La decisione, presa in accoglimento della richiesta del Presidente del Consiglio Mario Draghi, testimonia il grande senso di responsabilità delle Società di calcio a fronte dello stato emergenziale legato all’aumento dei contagi da covid-19 nel Paese, nonostante il pieno rispetto delle vigenti procedure di sicurezza sempre adottate per il controllo degli accessi allo stadio.

A fronte delle ingenti perdite subite nel periodo della pandemia e soprattutto rimarcando le disparità di trattamento subite negli ultimi mesi rispetto ad altri settori, aiutati con ristori e contributi, il calcio di Serie A, ancora una volta, mostra la propria disponibilità a tutela della salute del pubblico. L’introduzione del limite a 5 mila spettatori necessita di alcuni giorni affinché possa essere introdotto, per cui sarà effettivo a partire dalla terza giornata di ritorno di campionato (15 gennaio), in ossequio dei biglietti già venduti per gli incontri della settimana prossima (seconda giornata di Serie A TIM, Supercoppa Frecciarossa e turno infrasettimanale della Coppa Italia Frecciarossa)”.

18.55 – Tra le varie ipotesi legate al recupero della sfida tra Cagliari e Bologna, unica della seconda giornata di ritorno di Serie A in procinto di esser rinviata dopo la decisione del Tar dell’Emilia Romagna di confermare la quarantena fino a domenica (compresa) per i felsinei nelle ultime ore si registra, con sempre più insistenza, quella che la gara potrebbe essere disputata a metà della settimana prossima, verosimilmente in un giorno tra mercoledì e giovedì. È quanto filtra da alcune indiscrezioni in arrivo dalla città delle Due Torri, secondo cui la somministrazione della terza dose al gruppo squadra guidato in panchina da Sinisa Mihajlovic potrebbe accelerare il recupero della sfida che non verrà disputata nel suo orario originario, ovvero domani, domenica 9 gennaio alle 14.30.

16.55 – Arriva la conferma dopo le prime indiscrezioni: l’Assemblea della Lega Calcio ha deciso che per le gare del 16 e del 23 gennaio (per il Cagliari la trasferta con la Roma e la gara interna contro la Fiorentina) solo 5.000 spettatori potranno accedere agli stadi di Serie A. Lo riporta l’Agi.

15.35 – Questa la nota diffusa dalla Lega di Serie A dopo la vittoria di 3 ricorsi sui 4 presentati contro le decisioni assunte dalle varie Asl: “La Lega Serie A esprime la massima soddisfazione per le pronunce giurisdizionali dei diversi Tar (Piemonte, Friuli-Venezia Giulia e Campania) che hanno riconosciuto la validità dei ricorsi contro i provvedimenti delle Asl che avevano impedito ad alcune formazioni di A la prosecuzione della propria attività sportiva. Queste decisioni fanno ben sperare, come ribadito più volte nei giorni scorsi, che si possa arrivare in breve tempo a uniformare gli interventi delle Asl territoriali nel rispetto della legge e dei protocolli sportivi”. 

14.20 – Il Tar dell’Emilia Romagna ha respinto il ricorso della Lega di Serie A contro la decisione dell’Asl di Bologna, confermando la quarantena preventiva imposta al club felsineo: pertanto resta confermata la misura che tiene a casa i calciatori di Mihajlovic, che non viaggeranno per Cagliari. È l’unico ricorso rigettato dei quattro proposti dalla Lega, come riportato da Sky Sport.

14.05 – Dopo il rinvio della partita contro l’Inter, il Bologna ha inoltrato richiesta per il rinvio della gara contro il Cagliari, prevista alle 14:30 di domenica 9 gennaio alla Unipol Domus. La scelta della squadra felsinea ha portato alla sospensione della vendita dei biglietti da parte della società di Tommaso Giulini. Questo il comunicato apparso sul sito ufficiale: “Il Cagliari Calcio informa che, in seguito alla richiesta inoltrata alla Lega Serie A dal Bologna FC per chiedere il rinvio della partita, in attesa di decisioni ufficiali e definitive da parte degli organi competenti, la vendita dei biglietti per Cagliari-Bologna, in programma domenica 9 gennaio alle ore 14.30 all’Unipol Domus, è sospesa”. Al momento, la gara valida per il secondo turno del girone di ritorno sarebbe l’unica ad essere rinviata a data da destinarsi.

La Redazione

 

Al bar dello sport

4 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti