agenzia-garau-centotrentuno
rog-cagliari-canu

Ufficiale | Cagliari, Marko Rog rinnova il suo contratto con i rossoblù

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares

Ora è ufficiale, Marko Rog rinnova il suo contratto con il Cagliari fino al 2026, prolungando di fatto di due anni il precedente accordo. Le anticipazioni che vi abbiamo riportato nei giorni scorsi ora sono diventate realtà e il centrocampista croato ha deciso di sposare la causa rossoblù e di conseguenza continuare la sua avventura in Sardegna.

Il croato non abbandona
Così come per Pavoletti e Deiola anche il croato ex Napoli ha deciso di non abbandonare i rossoblù in vista della prossima stagione. Una scelta di cuore quella del centrocampista classe ’95 arrivato a Cagliari per colmare il vuoto lasciato da Barella durante la stagione 2019-2020, che non solo ha scelto di continuare a vestire i colori rossoblù ma ha anche voluto spalmarsi l’ingaggio a 1 milione a stagione per i prossimi quattro anni. Dopo due stagioni tormentate dagli infortuni al ginocchio ha deciso di continuare la sua avventura in Sardegna nonostante la retrocessione in Serie B. Il rinnovo è stato anticipato sui social del club con un breve video.

Questo il comunicato ufficiale della società:” Il Cagliari Calcio è lieto di annunciare il rinnovo contrattuale del calciatore Marko Rog che ha firmato un nuovo accordo con il Club sino al 30 giugno 2026. Sin dal suo arrivo in Sardegna – nell’estate 2019 – è riuscito subito a far breccia nel cuore dei tifosi: difficile non rimanere impressionati dalle qualità di Rog, centrocampista moderno, forza fisica e talento, fondamentale nel dare equilibrio alla squadra. Schermo davanti alla difesa, uomo in più in avanti grazie alla sua abilità nel saltare l’avversario e ribaltare con facilità l’azione. Il primo lampo di classe in rossoblù all’esordio con la maglia del Cagliari, il 18 agosto, in Coppa Italia contro il Chievo Verona: un’accelerazione delle sue, il destro forte e preciso ad insaccarsi sotto l’incrocio che vale raddoppio e passaggio del turno. La prima rete in campionato alcuni mesi dopo, il 10 novembre, in una partita memorabile: è lui ad aprire le marcature nel 5 a 2 casalingo ai danni della Fiorentina. Nelle 55 presenze totalizzate in gare ufficiali, il croato si è conquistato la scena a suon di duelli vinti, palle recuperate e prestazioni di livello. In campo intelligenza tattica, grinta e corsa a disposizione dei compagni; fuori un ragazzo umile, dedito al lavoro, capace di farsi voler bene da tutti. Ora la scelta di restare nell’Isola. C’è un futuro tutto da scrivere insieme: forza, Marko”.

La Redazione

 

Al bar dello sport

7 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti