agenzia-garau-centotrentuno
Marco Spissu esulta dopo un canestro a Venezia | Foto Luigi Canu

Una Dinamo Sassari “esplosiva” doma la Reyer

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Vittoria di valore per la Dinamo Sassari che porta a casa due punti importanti contro la Reyer Venezia nel segno di Jason Burnell, autore di una prestazione totale, e della panchina, finalmente decisiva.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Sono passati 15 giorni dalla delusione delle Final Eight di Coppa Italia, il Banco torna sul parquet per affrontare un avversario difficile fra le mura amiche del Palaserradimigni. Pronti via e la partita perde subito un protagonista come Bramos, mentre la Dinamo riparte da due costanti: i punti di Bendzius e le palle perse, un segnale quest’ultimo poco incoraggiante. Gli attacchi, tuttavia, sono abbastanza ispirati, soprattutto il “lituano-sassarese” e un Tonut che continua a mostrare perché un posto in nazionale se lo sarebbe meritato. Il tiro da tre inizia a fare la differenza una volta entrati nel secondo periodo quando la Reyer aggiusta la mano dall’arco. Pozzecco, invece, sceglie le “twin tower” Happ-Bilan, con l’americano che risponde finalmente presente. Bene anche Kruslin, ed è importante sia per il giocatore, sia perché proprio contro una squadra come Venezia l’apporto della panchina è quantomai necessario. Dopo 20 minuti di partita, tuttavia, è Venezia ad avere la testa avanti col risultato di 47-52.

Il terzo quarto per la Dinamo riparte nel segno di Bilan e Burnell che sembrano voler mettere il loro marchio sulla partita. Una connection di qualità quella fra il lungo croato e l’ala statunitense che si concedono una tripla a testa e consentono a Sassari di tornare in vantaggio. La classe la tenacia di Tonut – capace di cambiare marcia a suo piacimento – tengono la Reyer a sole sei lunghezze. Se c’è un giocatore in serata, tuttavia, è sicuramente Kruslin: la guardia croata tocca il record di punti stagionali e regala finalmente una prestazione da stropicciarsi gli occhi. La difesa sassarese sembra aver trovato la quadra e un recupero consente a Burnell di inchiodare una schiacciata di quelle che – senza pandemia – avrebbero scosso l’intero Palaserradimigni. Proprio il 14 americano è l’uomo ovunque del Banco: segna, va a rimbalzo, fa assist e stoppa Clark a poco più di due minuti dalla fine mettendo la pietra tombale alla partita. Finisce 96-88 per Sassari, un risultato utile anche per la classifica perché annulla il +7 di Venezia dell’andata.

Lello Stelletti

Dinamo Banco di Sardegna Sassari – Reyer Venezia 96-88 (23-20, 23-32, 27-16, 22-20)

Sassari: Bilan 18, Bendzius 12, Burnell 16, Spissu 10, Gentile 6, Happ 13, Kruslin 20, Katic, Treier, Chessa, Gandini, Re. Coach: Pozzecco

Venezia: Watt 14, Tonut 24, De Nicolao 6, Bramos, Campogrande 11, Fotu 5, Daye, Mazzola 8, Stone 4, Clark 13, Casarin 3, Possamai. Coach: De Raffaele.

 
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti