agenzia-garau-centotrentuno

US Tempio, l’ex Torres Salvatore Sechi è il nuovo patron

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Dopo aver ceduto le quote della società rossoblù, l’imprenditore sassarese si ributta subito nel calcio acquisendo la proprietà del club gallurese, che milita in Prima categoria.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Questo il comunicato diffuso dal Tempio sul proprio profilo Facebook: “La US Tempio comunica che, con il passaggio delle quote societarie avvenuto nella giornata di ieri, curato dai commercialisti di Tempio Dott. Mario Sotgiu e Dott. Giuseppe Pintus, e dall’Avvocato Giampiero Moro, dalla prossima stagione sportiva si ripartirà con una nuova proprietà che farà capo all’imprenditore sassarese Salvatore Sechi. Impegnato nel calcio negli ultimi quattro anni con la presidenza della Torres, con una promozione dal campionato di Eccellenza e tre campionati di serie D alle spalle, Sechi ha un passato da dirigente sempre nella società sassarese con cui, da vice presidente, ha raggiunto la promozione in serie C”.

“Mi metto a disposizione di questa società”

Queste le parole dell’ex patron della Torres: “Terminato il mandato nella mia città ho accolto con grande orgoglio l’invito della dirigenza locale e mi metto a disposizione, insieme al mio gruppo di lavoro, in una società importante come il Tempio. Per chi, come me, ha vissuto gli anni d’oro del professionismo dei galletti galluresi, vedere la squadra in Prima categoria è un grande dispiacere; per la città, innanzitutto, che ha sempre rappresentato un punto di riferimento non solo sportivo ma anche culturale e sociale del nord dell’isola, e per i suoi tifosi, sempre presenti e vicini alla squadra, oltre la categoria. Non c’è un altro posto dove avrei potuto trovare nuovi e giusti stimoli se non qui e con entusiasmo ci metteremo al lavoro da subito”. Ad affiancare Sechi saranno anche i dirigenti locali che in questi anni si sono spesi per mantenere la società viva, nonostante le vicissitudini legate alla retrocessione dalla Serie C e la ripartenza dalla Seconda categoria tre anni fa: “Ho trovato qui dirigenti appassionati come Bruno Abeltino, Maurizio Cossu e Gavino Manconi che saranno i miei referenti in loco e validi collaboratori. Ringrazio il sindaco di Tempio Giannetto Addis per la grande disponibilità dimostrata e a cui si deve il gran lavoro svolto nella cura delle strutture sportive cittadine, rinnovate al meglio, sia allo stadio Manconi sia al glorioso Demuro, completamente ristrutturato con un campo sintetico di ultima generazione. La volontà di tutti noi è di aiutare l’US Tempio a risollevarsi con l’obiettivo, da qui ai prossimi anni, di ottenere i risultati sportivi che questa importante piazza si aspetta e merita”.

La Redazione

TAG:  Calcio
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti