Walter Zenga |Foto Valerio Spano - Cagliari Calcio

Zenga: “Basta con i processi, se vinciamo cambia tutto”

Ultimi 5 impegni stagionali per il Cagliari che si appresta ad ospitare il Sassuolo di Roberto De Zerbi alla Sardegna Arena: il mister rossoblù Walter Zenga ha parlato in conferenza stampa alla vigilia.

segui la diretta testuale della conferenza stampa con gli aggiornamenti automatici (senza ricaricare la pagina)

a cura di Roberto Pinna

Ci saranno rotazioni in attacco, per esempio per Simeone? E in difesa domani chi avrà a disposizione?

“Prima di Genova mi avete detto che Joao è stanco. E ora sto pensando anche a Simeone. Ho anche Paloschi in rosa, può essere un’alternativa. Vediamo se domani o giovedì. In difesa abbiamo tutti numericamente ma vediamo a livello fisico chi sta meglio”

Ha parlato con Giulini per il futuro?

“Un allenatore, tipo De Zerbi, incide quando ha tempo e continuità per poter lavorare. Io non sono mai contento nemmeno quando vinco. Io sarò soddisfatto quando tutti saranno contenti. Il futuro se non prepari bene oggi non lo hai. Devi essere bravo a sfruttare il presente”

Squadra in calo psicologico?

“No non parliamo di motivazioni. Siamo solo stanchi. Cosa intendete per motivazioni? Un professionista entra sempre in campo per dare il massimo. Le motivazioni non hanno un senso. Perché ci sono squadre che giocano meglio quando non hanno obiettivi. Noi con il Lecce non siamo stati considerati come dovevamo. Perché abbiamo avuto tante occasioni ma tutti hanno parlato delle parate di Cragno. Se mi dici che a Genova hai visto una squadra stanca ti do ragione. E abbiamo avuto anche tanti infortuni importanti. Per esempio Walukiewicz ha giocato sei partite di fila e prima non era abituato e qualcosa in questi casi la paghi”

Cosa non rifare di Genova?

“Non credo che dobbiamo fare dei processi ora. Ci sono sempre in un campionato normale degli alti e dei bassi. Puoi imbeccare una partita storta. Abbiamo analizzato sugli sbagli per non ripeterli. L’Atalanta che è una grande squadra ci ha fatto solo su rigore, quindi non parlerei di processi. Molti dimenticano il fatto che giocando ogni tre giorni non puoi sempre essere legato dal risultato. Bisogna avere equilibrio sia nel bene che nel male”

Che squadra è il Sassuolo?

“Il Sassuolo è una squadra che gioca molto bene e a calcio, sono insieme da tanto tempo. L’allenatore può proporre le sue idee senza pressioni. Mi piace definirli sbarazzini, creano tanto e si vede che si divertono. Hanno grande mentalità e se arrivano in Europa sono felici ma se non ci arrivano hanno fatto bene uguale e sono nel momento perfetto per giocare. Noi siamo in un momento dove dobbiamo trovare gol e vittoria e così cambierà tutto”

Samp, la partita peggiore dell’era Zenga?

“No, non sono d’accordo. Ogni partita ha una storia a sé e va visualizzata singolarmente. Non abbiamo concretizzato, non vi ricordate il salvataggio di Yoshida sul tiro di Nandez. Joao è entrato nella ripresa e ha avuto un paio di occasioni. Poi è importante aver recuperato bene Faragò”

Cosa lascia la gara di Genova?

“Con la Samp è stata una gara bugiarda. Loro hanno tirato 4 volte e hanno fatto tre gol. Dobbiamo essere più precisi e più cinici. Però abbiamo giustamente perso e abbiamo fatto una riflessione nello spogliatoio come devono fare i calciatori e gli uomini”

Situazione Cigarini?

“In serata darò i convocati e vedremo chi ci sarà. Perché non mi avete chiesto di Cigarini anche quando non giocava ma solo quando non è stato convocato? Non vi dico cosa è successo, sono cose che rimangono dentro lo spogliatoio. Vi dico che Oliva non lo vedremo per molte partite e che Pellegrini probabilmente ha finito il campionato”

Assenza di Nainggolan, come fare senza il Ninja? Pereiro come sua alternativa?

“Radja è un giocatore fondamentale ma non lo scopro io. Non solo a livello tattico ma per carisma, la squadra senza di lui deve cambiare atteggiamento e assumersi nuove responsabilità. Abbiamo comunque una rosa di 14-15 e andiamo avanti con questi. Abbiamo pensato tante alternative anche considerando che molti hanno giocato sempre. Pereiro ha fatto bene a Genova, deve capire che deve dribblare meno ma è una cosa che dico con il sorriso”

Inizia la conferenza stampa del tecnico del Cagliari Walter Zenga

16.40 – Buon pomeriggio amici di Centotrentuno.com, dalle 17 vi racconteremo live la conferenza pre Sassuolo di Walter Zenga. L’Uomo Ragno e il Cagliari dovranno trovare un pronto riscatto nella difficile sfida interna ai neroverdi di De Zerbi dopo il sonoro 3-0 rimediato nell’ultimo impegno contro la Sampdoria. Il Cagliari nelle ultime cinque giornate ha raccolto appena tre punti, frutto di tre pareggi con Bologna. Fiorentina e Lecce.

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Sergio
Sergio
18/07/2020 20:31

Pseudo allenatore ridicolo, sismo passati dalla padella alla brace…. Squadra inesistente e primo tempo a dir poco penoso…….