Zenga: “Europa? Bisogna sempre crederci, 9 partite sono tante”

Il mister del Cagliari Walter Zenga ha commentato così il pareggio ottenuto sul campo del Bologna ai microfoni di Sky Sport.

“Sono felice per aver rivisto un grande amico come Sinisa, vedo che sta bene. Riesce sempre a dare un’impronta alla squadra non mancando di incitare la squadra. Noi abbiamo avuto molti problemi con gli infortuni, se ti si infortunano i giocatori uno per volta non è facile fare i cambi. Simeone? Quattro gol in quattro partite, direi che è una cosa buona per una punta: avrei voluto toglierlo venti minuti prima della fine, ma non potevo fare più cambi. Europa? Nove partite sono tante, bisogna sempre crederci e bisogna sempre crederci: se non si gioca per vincere meglio non giocare. Il gol di Barrow? Alessio è un patrimonio del Cagliari che ritornerà utile per Mancini”. 

Recrimina invece Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna: “Abbiamo dominato lungo il corso della gara, peccato non vincere queste partite qua. Sappiamo che il Cagliari è una buona squadra. Il gol? Per me Joao Pedro partecipa al gioco e condiziona il mio portiere, avrebbero dovuto rivedere questa cosa. Come fa a non vederlo l’arbitro? Su 100 minuti abbiamo giocato 49, a ogni contatto l’arbitro fischiava un fallo. Non trovo però alibi, è colpa nostra ci è mancata cattiveria. Ci è mancato sfruttare le occasioni, ma i ragazzi hanno dato il massimo”

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti