Walter Zenga a colloquio con Radja Nainggolan

Zenga: “Joao Pedro? Piace a molti, soprattutto a noi”

Il tecnico del Cagliari Walter Zenga ha rilasciato un’ intervista a Tuttosport: eccone un breve estratto.

“Ripetere quanto fatto da Rolando a inizio stagione sarebbe tanta roba, a lui va tutto il rispetto per come ho trovato la squadra. Le prossime partite? La differenza la farà l’intensità nel tenere la concentrazione, una squadra come il Cagliari non è abituata a giocare 13 partite in 40 giorni, una cosa che hanno in pochi. Le cinque sostituzioni sono un aiuto” 

“Nainggolan? Sappiamo che è un giocatore dell’Inter ed è a Cagliari di passaggio. Se poi questo passaggio dovesse diventare di un altro anno mi bacerò i gomiti. Ho trovato una bella persona e farò sempre il tifo per lui. Joao Pedro? Piace a molti, ma soprattutto al Cagliari. Ce lo teniamo stretto, è arrabbiatissimo di non poter giocare a Verona per squalifica e questo dimostra il suo senso di appartenenza”. 

“Per me se un giocatore ha 17 anni è bravo e merita di giocare lo metto in campo, così come il 35 enne in scadenza. Se poi dal primo luglio mi dice che non vuole scendere più in campo gli stringerò la mano e vedrò con chi sostituirlo. Il mercato per me dovrebbe chiudere quando inizia la stagione. Cagliari in Europa? Quando hai un sogno e una strategia, magari l’obiettivo non arriva subito, ma col tempo. Le infrastrutture sono una base su cui progettare più che lo stadio, e quelle del Cagliari sono già buone. Per questo sono convinto arriverà in Europa prima o poi. Se un allenatore riesce a stare qui due o tre anni può fare grandi cose, mi piacerebbe essere qui quando verrà inaugurato il nuovo stadio però quello che succederà domani è soltanto la conseguenza di quello che si fa oggi. Il 2 agosto quando finisce la stagione sarò contento se il Cagliari sarà contento di me. Posso dire che il mio Cagliari sarà pronto a tutto”. 

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti