La copertina del disco

Coronavirus, gli album da (ri)scoprire in casa

La musica ci salverà, quantomeno dalla noia casalinga di questi necessari giorni di forzata permanenza tra le mura domestiche.

Ecco quindi che è necessario riscoprire le vecchie abitudini, tirare fuori vecchi libri, DVD e CD musicali per trascorrere un po’ di tempo e staccare un po’ la spina: in questa nuova rubrica vi consiglieremo degli album assolutamente da riascoltare (o da scoprire perché no?), per coloro che sono in auto quarantena in attesa che tutto passi, ma ovviamente anche per chi è costretto a continuare col proprio lavoro in questo delicato momento.

Dire Straits – Brothers in Arms

Rimettete in funzione i vostri lettori CD (ormai quasi scomparsi dai più moderni PC, figuratevi i mangianastri) o fate una ricerca sui più disparati servizi per ascoltare musica in rete (Spotify, Deezer, Apple Music, Youtube etc.), perché un grande classico come Brothers in Arms dei Dire Straits è un pilastro della musica moderna. Mark Knopfler e compagni sono ormai nel pieno della loro maturità a metà degli ’80, dopo gli esordi discografici di fine anni ’70; tra il 1984 e 1985 ecco uscire un nuovo capolavoro, nove tracce significative in un album dalla copertina tanto semplice quanto riconoscibile che raffigura una chitarra resofonica in primo piano su sfondo azzurro.

Chi bazzica nel mondo del rock sa che esistono quegli stili di chitarra inconfondibili riconducibili a coloro che hanno reso grande questo strumento. Il finger picking di Mark Knoplfler è uno di quelli, ed è proprio così che parte Brothers in Arms con la ballata So Far Away: la lontananza di due innamorati il tema di questa perla per musica e testo, per poi passare a un caposaldo della musica rock anni ’80 come Money for Nothing, dove ci mette lo zampino anche Sting, riconoscibilissimo nei backing vocals del brano. Un riff di chitarra potente, una base ritmica essenziale e uno dei primi videoclip simbolo di MTV sono gli ingredienti di questo successo. Si salta alla traccia successiva ed ecco partire uno dei pezzi più iconici di sintetizzatore del rock: Walk of Life è uno dei brani simbolo della band inglese che l’ha fatta conoscere al grande pubblico. Il disco prosegue con Your Latest Trick una tormentata storia d’amore dove per una volta è il sassofono a farla da padrone e non la chitarra. I piacevoli minuti di ascolto scorrono veloci con Why Worry, Ride Across The River, The Man’s Too Strong e One World, brani meno conosciuti e diversi tra loro ma con testi che si lanciano nel sociale e nella guerra, tema dell’ultimo pezzo di Brothers in Arms. Nella title track torna prepotentemente protagonista la chitarra di Knopfler su un tappeto di synth, corredate dalle parole pacifiste ispirate dalla Guerra delle Falkland da poco conclusa.

Matteo Porcu

TRACKLIST

1 So Far Away – 5:12 (Mark Knopfler)
2 Money for Nothing – 8:26 (Mark Knopfler, Sting)
3 Walk of Life – 4:12 (Mark Knopfler)
4 Your Latest Trick – 6:33 (Mark Knopfler)
5 Why Worry – 8:31 (Mark Knopfler)
6 Ride Across the River – 7:00 (Mark Knopfler)
7 The Man’s Too Strong – 4:40 (Mark Knopfler)
8 One World – 3:40 (Mark Knopfler)
9 Brothers in Arms – 7:00 (Mark Knopfler)

avatar
500