Un'esultanza di Joao Pedro

Cagliari: tra mercato e ingaggio i dubbi di Joao Pedro

I numeri nel calcio lasciano spazio a diverse interpretazioni, ma quando si parla di un attaccante i gol e gli assist diventano la base per ogni giudizio. Non fa eccezione Joao Pedro che con le sue 18 reti condite da 4 assist è risultato decisivo nella stagione del Cagliari.

Cifre che hanno attirato l’attenzione di diverse pretendenti, numeri che non possono passare inosservati e che hanno rappresentato il riscatto del brasiliano dopo stagioni altalenanti in Sardegna. Una completa maturazione arrivata a 28 anni, sei dei quali passati con la maglia del Cagliari dopo l’arrivo nel 2014 dai portoghesi dell’Estoril per una cifra pari a 1,3 milioni di euro. In Francia il suo nome è circolato con insistenza, Paris Saint Germain, Marsiglia e Monaco hanno chiesto informazioni sul numero dieci rossoblù, in Serie A la Fiorentina e soprattutto il Torino hanno provato a intavolare una trattativa che per il Cagliari non può prescindere da una base d’asta di 20 milioni di euro.

Uomo mercato dunque, ma Joao Pedro ha dimostrato con i fatti e anche con le parole il suo attaccamento alla maglia rossoblù e alla società, d’altronde non si può dimenticare la vicinanza del club nei momenti più bui, su tutti la vicenda doping nel 2018 che avrebbe fatto vacillare chiunque, ma non Tommaso Giulini. Contro il Milan il brasiliano non scenderà in campo bloccato da un infortunio patito contro la Juventus, la sua migliore stagione con la maglia del Cagliari resterà così ferma a quei 18 gol che lo rendono uno dei migliori bomber del campionato, lui nato trequartista e reinventato centravanti da Maran dopo l’infortunio di Pavoletti.

“Qui c’è un progetto, abbiamo già fatto vedere belle cose, ma era difficile pensare che saremmo arrivati in alto già dal primo anno. Siamo sulla strada giusta, bisogna avere pazienza e speriamo l’anno prossimo di continuare così”. Come i numeri anche le parole sono importanti, quelle di Joao Pedro dopo la vittoria con la Juventus confermano le intenzioni del brasiliano sul proprio futuro. Le sirene che arrivano da oltre Tirreno sono sì una tentazione, ma la voglia di legarsi a vita con la maglia rossoblù potrebbe vincere su tutto. Una questione economica, perché Joao Pedro dopo una stagione da protagonista vorrebbe un ritocco di quel contratto già rinnovato lo scorso novembre fino al 2023, l’ingaggio adeguato dagli 800 mila euro precedenti al milione e quattro attuali, ma che vorrebbe aumentato fino a 1.8 milioni di euro.

Lo spazio per accontentare il numero dieci rossoblù sembrerebbe esserci, la società sta valutando la possibilità di sedersi nuovamente al tavolo, allontanando di fatto le pretendenti e ripartire da Joao Pedro anche la prossima stagione, punto fermo del nuovo progetto che sembra ormai avere il nome di Eusebio Di Francesco come condottiero.  Da uomo mercato a bandiera, il destino di Joao è ora nelle mani del presidente Giulini tra una plusvalenza da capogiro o, al contrario, mettere il brasiliano al centro del Cagliari che verrà.

Matteo Zizola – Roberto Pinna

 
6 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti